Fashion

032c si ispira alle sottoculture del collettivo Die Tödliche Doris per la collezione F/W 20

Articolo di

Ruben Di Bert

Partito come un magazine di riferimento per la moda underground, ora 032c è un brand a tutti gli effetti che puntualmente presenta nuove collezioni ready-to-wear e interessanti partnership.

Per la stagione autunno/inverno 2020 la direttrice creativa Maria Koch si è lasciata influenzare dal collettivo Die Tödliche Doris, il quale ha rappresentato uno dei centri più stimolanti delle sottoculture nella Berlino degli anni Ottanta, tra arte e musica che descriveva lo scenario post-punk nel quartiere a luci rosse Schöneberg. Nel processo creativo, il fondatore della band Wolfgang Müller ha dunque lavorato a stretto contatto con la designer per raccontare sotto forma di capi d’abbigliamento quello spirito ribelle e anticonformista guidato dall’estetica della corrente Geniale Dilettanten.

Nella selezione di felpe e t-shirt che si intervallano a più complessi pezzi di maglieria e outwear, emergono numerose grafiche provenienti dall’archivio del gruppo con riferimenti espliciti a singoli, citazioni, album e artwork vari, come la scritta SEX TOYS che si riferisce a un’opera dell’artista Tabea Blumenschein, oppure la stampa che ritrae la radiografia di una mano, tratto distintivo del movimento.

Tutti gli articoli sono attualmente disponibili per l’acquisto online.