La ventitreesima collezione di Stone Island Shadow Project indaga le esigenze dell’uomo

Articolo di

Ruben Di Bert

Per la stagione autunno/inverno 2019, Stone Island Shadow Project ha cercato di guardare alle esigenze e necessità dell’uomo in termini di abbigliamento urbano.

Lo sposalizio tra ACRONYM e la label di Carlo Rivetti ha dimostrato negli anni il perfetto mix tra estetica europea e asiatica, focalizzandosi nel più sperimentale dei modi sulla tecnicità.

Giunto alla ventitreesima collezione, il marchio vanta quindi una certa riconoscibilità ed esperienza nel creare prodotti ultra versatili e innovativi. Nella selezione dei tessuti viene per esempio data priorità alla conservazione del calore corporeo di chi li indossa, senza rinunciare allo stile. I capi in piuma sono infatti realizzati in un nuovo sviluppo di Dpm Chiné: un motivo mimetico tricolore su griglia dalla resa quasi foto-realistica.

Per chi fosse interessato, l’intera linea è acquistabile online.

prossimo articolo

Tyler, the Creator e Converse presentano il nuovo GOLF le FLEUR* “Colorblock Pack”