6ix9ine ha già firmato un contratto da $10 milioni per i suoi due prossimi album

Articolo di

Greta Scarselli

L’attuale situazione di 6ix9ine sta procedendo a piccoli passi verso una libertà che il rapper pensa di ottenere prima del previsto. Per questo motivo non ci ha pensato due volte a firmare un contratto da $10 milioni per sputare due nuovi album una volta uscito.

A quanto pare la 10K Projects, la stessa etichetta che lo ha accompagnato nell’uscita di “Day69”, si fida ancora di lui e delle sue parole. Come pronunciato dal rapper nelle ultime settimane, la sua convinzione è quella di uscire di prigione nei primi mesi del 2020 e si è già messo all’opera per pubblicare nuova musica, quella che secondo lui riceverà un successo ancora maggiore. È sicuro che tutta questa storia verrà dimenticata in fretta, ma sarà davvero così?

Due album, uno in inglese e uno in spagnolo. Questo è ciò che il contratto stipulato con la 10K Projects sembra prevedere. Eppure le difficoltà che 6ix9ine incontrerà sono evidenti, i locali per i concerti non hanno intenzione di correre il rischio di ospitarlo e la situazione era già complicata prima di adesso.

Anche prima che 6ix9ine avesse dei problemi, aveva un accesso davvero limitato alla maggior parte dei luoghi.

Portavoce di SOB, New York

E non dobbiamo neanche mettere da parte l’ipotesi che la condanna sia più lunga del previsto, ricordiamo infatti che 6ix9ine sta affrontando accuse che lo porterebbero a 47 anni di carcere, difficile pensare che si riducano a così poco.
La data decisiva per la decisione è segnata al prossimo 18 dicembre, non ci resta che attendere.

prossimo articolo

Nike smentisce le voci sull’acquisto di un edificio sugli Champs-Élysées