6ix9ine contro Billboard: Ariana Grande ha comprato il primo posto

Articolo di

Greta Scarselli

UPDATE 19/05: L’investigazione di 6ix9ine non si ferma e ieri il rapper è tornato sui social per dimostrare la falsità di Billboard. Secondo quanto riportato, sembra che la metà delle 60mila copie che “Stuck With U” di Ariana avrebbe venduto nelle ultime ore prima dell’aggiornamento della classifica siano state acquistate da sei carte di credito. 30mila copie comprate da sei persone è effettivamente strano, ma Billboard, alla richiesta di 6ix9ine, ha risposto di non poter rivelare informazioni sugli acquirenti.

Non è tutto, Tekashi ha mostrato il numero di ascolti effettivi che ha accumulato “GOOBA“, 50mila, e ha fatto notare che Billboard, pur di farlo scendere di posizione e liberare la strada ad Ariana, ne ha tolte 20mila contandone quindi soltanto 30mila.

La conclusione? Secondo 6ix9ine la nota rivista avrebbe permesso ad Ariana Grande di comprarsi il primo posto in classifica. La cantante, che non si è scomposta più di tanto, ha risposto alle accuse con un post in cui ha ringraziato nuovamente i fan per averle permesso quella prima posizione e ha poi rivolto alcune parole al rapper.

Ti chiedo di prenderti un momento per renderti umile. Sii grato di essere qui. Che le persone vogliono ascoltarti. È una posizione benedetta in cui stare. Ho avuto un sacco di “quasi numero uno” nella mia carriera e non ho mai detto niente perché sono grata di essere qui, e dovresti sentirti così anche tu. Congratulazioni a tutti i miei talentuosi colleghi nella top 10 di questa settimana. Anche al numero 3.

Ariana Grande su Instagram

Anche Justin Bieber è intervenuto nelle sue stories cercando di dare informazioni più chiare. Ha affermato che le 60mila copie vendute sono state svelate soltanto all’ultimo perché loro, per strategia, non hanno voluto renderle pubbliche fino a quel momento. Inoltre, Justin sostiene che la storia delle 6 carte di credito sia falsa, perché il massimo di copie che una persona può acquistare è 4 e la compagnia che si occupa di questi controlli ha affermato che le loro vendite sono legittime.

Non screditare la nostra fan base con false informazioni. […]. Se dirai il suo nome (di Ariana, ndr) assicurati di dire anche il mio perché la canzone è nostra.

Justin Bieber su Instagram

Infine, 6ix9ine ha pubblicato un video di risposta ad Ariana Grande in cui mostra vecchie riprese girate nella casa di Brooklyn in cui è cresciuto, per far capire alla cantante cosa significa venire dal niente e lavorare per uscirne.

Parlo per i milioni di bambini che non sono fortunati come te. […]. Non sai cosa vuol dire. Dici a me di essere umile. Non credo tu sappia cosa sia l’umiltà. Sei davvero talentuosa e bella, che dio ti benedica. Ma non capirai mai il mio dolore.

6ix9ine su Instagram

Articolo originale 16/05:

L’argomento del momento ormai è uno solo: 6ix9ine. Che da quando è uscito di prigione – e in realtà anche prima – non riesce a far passare un giorno senza far discutere.

Stavolta il rapper se l’è presa con Billboard e ha pubblicato due minuti e mezzo di video su Instagram per spiegare le sue perplessità. Il problema? Secondo 6ix9ine, la nota rivista è colpevole di falsificare e manipolare le classifiche.

Il rapper spiega che il resoconto mandato giovedì sera dalla rivista stessa alle etichette discografiche è stato modificato da un momento all’altro: in una sola notte, secondo Billboard, Ariana Grande avrebbe venduto 60mila copie del suo brano “Stuck With U” con Justin Bieber e in questo modo sarebbe passata dalla quinta alla prima posizione. Il problema è un’incongruenza nei punteggi che hanno permesso di far salire così tanto “Stuck With U” in classifica, rispetto a “Gooba” che, essendo solo al secondo posto, avrebbe avuto bisogno di veramente poco per arrivare in cima. 

Quindi “Gooba” non passa mai al primo posto e Ariana salta dal numero 5 al numero 1?

6ix9ine su Instagram

6ix9ine ha anche fatto notare, da buon investigatore, che Billboard, tramite un post su Twitter, ha invitato le persone ad acquistare copie del brano di Ariana Grande e ha ribadito in ogni caso la vittoria schiacciante dei suoi 200mila ascolti settimanali rispetto a tutti gli altri brani presenti.

Il rapper dice di essere deluso a nome di tutti gli artisti che vengono presi in giro da una testata così importante e sostiene che le stesse etichette, quali Sony e Universal, abbiano mandato comunicazioni perché anche loro perplesse dai risultati.

Non sappiamo se le sue parole possano risultare veritiere e le sue motivazioni fondate. Al momento Billboard non ha dato risposta e non è certo che lo faccia. Ariana ha affermato di essere soltanto felice di tutto l’affetto che i suoi fan le stanno dando.

prossimo articolo

Palace Droplist #2 summer 2020: ecco tutti gli articoli e i prezzi