Aaron Gordon ha registrato una canzone per criticare Dwyane Wade

Articolo di

Claudio Pavesi

Aaron Gordon ha approfittato della pausa forzata della NBA per scrivere e registrare una canzone e relativo video musicale con lo scopo di criticare Dwyane Wade, colpevole di non averlo valutato giustamente all’ultimo Slam Dunk Contest.

Il dissing si chiama “9 out of 10”, nove su dieci, ovvero il punteggio dato da Wade a Gordon per la sua ultima schiacciata, quella oltre Tacko Fall. Tutti si aspettavano un cinquanta, il punteggio pieno, così che la competizione sarebbe potuta continuare, ma Wade ha sorpreso tutti, votando con un non perfetto nove che ha regalato la vittoria a Derrick Jones Jr. dei “suoi” Miami Heat.

Il pezzo di Gordon è un continuo riferimento a Wade, dal primo all’ultimo secondo. Già nell’intro si parla del fatto che Wade dovrebbe “sistemarsi gli occhiali”, parole accompagnate da un Gordon corredato dallo stesso vistoso occhiale indossato da Flash allo Slam Dunk Contest. Il giocatore dei Magic è sul patio a bere vino, come Wade, ormai ritirato, fa spesso nelle sue dirette Instagram.

Nel testo della canzone, Gordon non fa altro che specificare quante persone gli abbiano detto che fu lui a meritarsi la vittoria, citando il Commissioner NBA Adam Silver, Queen Latifah e l’attivista politico Jesse Jackson, in un confuso vortice di riferimenti mentre fissa la telecamera in pantaloni Gucci, collane e un cappotto di pelliccia che non rispecchia particolarmente il caldo-umido di Orlando.

Dwyane Wade e gli altri giudici all’ultimo Slam Dunk Contest.

La canzone di Gordon è un clamoroso esempio di “pettiness”, non a caso i controsensi si sprecano. Ad esempio, si parla del fatto che lo Slam Dunk Contest sia un evento creato solo per i fan, senza un particolare valore, salvo poi ribadire quanto siano importanti le otto votazioni perfette ricevute nelle due edizioni in cui Gordon ha partecipato. Il giocatore presente anche nel film “Uncle Drew” (cosa che non si dimentica di citare) passa dal ringraziare Wade per avergli mandato un messaggio personale con le spiegazioni del suo voto, a dire che non sarà il giudizio dell’ex Heat a cambiare il suo umore.

Big chillin’, paint me as the villain
And I jumped over the biggest dude in the buildin’
Got willin’, the best and I still am
Your judgement, gives me no fulfillment

Aaron Gordon – “9 out of 10”

Gordon nel testo parla di non essere particolarmente toccato dalla situazione, di vivere quanto accaduto in maniera “zen”. Il solo fatto di realizzare una canzone del genere, a mesi di distanza dall’accaduto, sembra dire il contrario.

Non si tratta dell’unico pezzo di Gordon. Il numero 00 ha pubblicato a inizio di aprile anche un altro video, quello di “Pull Up”. Come “9 out of 10”, anche “Pull Up” è prodotta da Ayo & Keyz, duo di beatmaker che vanta tappeti musicali creati per artisti quali Ty Dolla $ign, Jaden Smith e Wale.

prossimo articolo

La giacca PEACEMAKER di OAMC è pronta a tornare per una buona causa