Sneakers

Sono queste le Air Jordan 1 più rare di sempre?

Articolo di

Marco Rizzi

Foto

doctorfunksgallery - nbahistory

Da diverse settimane l’arrivo sugli schermi di tutto il mondo di “The Last Dance”, il documentario prodotto da ESPN per raccontare l’ultima stagione dei Chicago Bulls di Michael Jordan, pare aver monopolizzato qualunque tipo di discorso, non soltanto in ambito sportivo ma anche quando si parla di sneakers.

Oltre ad aver fatto registrare un netto incremento nei prezzi di vendita di diversi modelli Air Jordan, complice in alcuni casi la quarantena, “The Last Dance” ha portato molti collezionisti a mostrare sui social i loro pezzi più pregiati, lasciando qualche volta intendere che presto questi pezzi unici potrebbero finire sul mercato.

Nelle ultime ore, su Instagram sono apparse alcune foto di quella che, secondo qualcuno, potrebbe essere una delle Air Jordan più rare ed esclusive mai realizzate se non, addirittura, la più rara di sempre.

Sul profilo del designer, collezionista e venditore di vintage @doctorfunksgallery, durante la notte italiana, poche ore prima della messa in onda delle ultime due puntate di “The Last Dance” negli Stati Uniti, sono state pubblicate le foto di un’incredibile Air Jordan 1 PE del 1985 nella colorazione “Chicago” con una serie di dettagli con pochi precedenti.

Si tratta di una Air Jordan 1 ibrida realizzata in Italia appunto nel 1985 utilizzando un upper modificato con un diverso taglio del collar e una linguetta più imbottita, Air cushioning e una particolare outsolea metà tra quella delle Nike Curt Force Hi e quella dell’Air Jordan 2. Il paio, su cui appare anche il Wings Logo del 1984 (soltanto serigrafato e non ricamato, con la scritta Nike al posto di Air Jordan), non è mai stato utilizzato ed è completo del box originale, con tag size 13.

In passato erano già apparse alcune foto di questa versione ibrida della Air Jordan 1 ma nella colorway “Bred”, pubblicate negli anni ’90 su una rivista giapponese e subito bollate come fotomontaggio. Successivamente pare che un mezzo paio fosse tra i pezzi più pregiati del collezionista Air Randy. Questo è il primo caso in cui un paio completo, per di più in condizioni deadstock, appare online.

Idealmente questa Air Jordan 1 fa parte di una serie di modelli realizzati da Nike durante la convalescenza di MJ in seguito alla rottura dell’osso navicolare del piede sinistro all’inizio della stagione 1985. Lo Swoosh in quel periodo sperimentò diverse soluzioni, tra cui due differenti versioni di Air Jordan 1 con una cavigliera integrata e alcuni ibridi per provare a creare un modello con una suola più morbida e reattiva rispetto a quella di serie, per aumentare il comfort di MJ durante il recupero dall’infortunio. Il più famoso di questi è quello con upper “Chicago”, suola Dunk e Wings Logo anche sui lati interni della scarpa, utilizzato da Jordan nel primo turno dei Playoffs NBA del 1986 contro i Boston Celtics, la serie di Dio travestito da Michael Jordan.

Da anni circolano sui mercati secondari diverse paia delle Air Jordan 1/Dunk Sole, prodotte in più pezzi proprio perché MJ le aveva scelte come suo modello ideale. Questa versione con suola Court Force, invece, potrebbe essere un pezzo unico realizzato in Italia, proprio durante lo sviluppo della Air Jordan 2 che l’anno successivo avrebbe utilizzato tecnologie simili e sarebbe stata prodotta dagli stessi artigiani.

Proprio questa settimana Jordan Geller, il collezionista fondatore di Shoezeum, ha messo all’asta con Sotheby’s una Air Jordan 1 “Chicago” PE indossata in partita e autografata da Michael Jordan. La scarpa è stata venduta per $560.000, diventando la sneaker più costosa di sempre battendo un record detenuto da un’altra delle scarpe vendute da Geller.

Secondo voi, se questo particolare paio di Air Jordan 1 dovesse finire in vendita, a che prezzo potrebbe essere venduto?

Visualizza questo post su Instagram

A new world record! @sothebys

Un post condiviso da shoezeum (@shoezeum) in data:

prossimo articolo

adidas conferma il ritorno di AZX e assegna una collaborazione anche a END