L’Ajax ha fuso il trofeo del campionato per donare una medaglia agli abbonati

Articolo di

Fabrizio Giuffrida

L’Ajax ha conquistato sul campo il trentacinquesimo campionato della sua storia con una cavalcata convincente e quasi mai in discussione. La squadra di Ten Hag, a due giornate dalla fine della competizione, ha 14 punti di distacco dal PSV Eindhoven, seconda, e il miglior attacco e difesa del campionato.

Per celebrare la vittoria, il club dei lancieri ha deciso di omaggiare i propri tifosi, e in particolare i 42 mila che, nonostante la pandemia e gli stadi chiusi, a inizio anno avevano deciso ugualmente di abbonarsi. Per loro il club produrrà una piccola medaglia a forma di stella, prodotta dalla fusione del Trofeo delle Eredivisie. Nella nota ufficiale del club, troviamo tutte le specifiche del particolare cimelio: la stellina avrà un peso di 3,45 g, di cui 0,06 fusi direttamente dal trofeo del campionato.

La scelta dell’Ajax è stata accolta con favore dalla Federcalcio olandese, che ha quindi deciso di consegnare al club un secondo speciale trofeo che entrerà nella bacheca dei trofei della società di Amsterdam.

Edwin van der Sar, leggenda del club e attuale direttore generale, ha spiegato così l’iniziativa:

In questa stagione abbiamo dovuto giocare senza il supporto dei nostri tifosi. O meglio: senza che loro potessero sostenerci dagli spalti. Nonostante questo, abbiamo sentito la loro vicinanza lungo tutta la stagione: ogni volta che ci recavamo allo stadio, sui social media e nei nostri rapporti personali. Dopo un anno così turbolento, abbiamo pensato di condividere davvero il trofeo con loro, che dovevano sentirsi parte di questa vittoria.

L’Ajax si conferma così una delle società al mondo più attenta ai propri tifosi. Molto raramente si vedono gesti di questa portata rivolti ai supporter e la creazione di un cimelio speciale che proviene direttamente dal trofeo conquistato è sicuramente qualcosa di inedito. Che sia un gesto che possa aprire la strada ad altri dello stesso tipo non lo possiamo sapere, ma sicuramente in questo modo la squadra dei lancieri rende omaggio ai veri grandi assenti di questa stagione del calcio mondiale: i tifosi.