Talks

L’arte incontra la tecnologia nella collaborazione tra Xiaomi e Daniel Arsham

Articolo di

Ruben Di Bert

Daniel Arsham è il primo artista internazionale a collaborare con Xiaomi per la realizzazione di un prodotto destinato alla vendita.

Nata dal desiderio di unire i concetti di tempo e tecnologia, la partnership ruota attorno allo Xiaomi 12T Pro, il quale è stato immaginato come un vero e proprio oggetto da collezione che coniuga passato, presente e futuro in un design contemporaneo.

Sono sempre propenso a portare il mio lavoro in contesti diversi da quelli tipici del mondo dell’arte. Ho concepito Xiaomi 12T Pro come se fosse una scultura il cui scopo esula dall’essere un oggetto funzionale; tra 20 anni le persone che lo avranno non lo useranno più come un semplice smartphone ma come un oggetto scultoreo, legato a un particolare momento storico e che va al di là della sua funzionalità.

Daniel Arsham

Lo smartphone top di gamma del brand cinese mantiene intatte le sue elevatissime caratteristiche tecniche, ma propone un look tutto nuovo che si ispira all’estetica “Future Archeological“. La scocca riporta infatti un motivo con cristalli di bronzo incastonati in una patina verde erosa che ci fa immediatamente pensare a una reliquia trovata tra migliaia di anni. Lo stesso pattern è presente anche su uno sfondo personalizzato del cellulare che rileverà il movimento del dispositivo tramite giroscopio così da mostrare nuove prospettive con un effetto quasi trompe-l’œil. 

Xiaomi 12T Pro Daniel Arsham Edition sarà disponibile in sole 2.000 unità al prezzo di €899 dalle ore 10.00 del 5 dicembre su mi.com e Highsnobiety, oltre che in uno speciale pop-up store situato a Berlino