Talks

BENTOTECA di Yoji Tokuyoshi entra nella 50 Best Discovery

Articolo di

Leonardo Brini

Il 4 febbraio 2020, il Ristorante Tokuyoshi dell’omonimo chef giapponese da una stella Michelin riapre le sue porte con un locale totalmente rinnovato: nuovi spazi, nuovi colori e nuove atmosfere. Il destino, però, a volte è meschino e da lì a poco la pandemia costringe l’attività a trasformarsi nuovamente.

In quel momento Tokuyoshi, famoso per una cucina che fonde la filosofia e le tecniche orientali a materie prime italiane, decide di trasformare le semplici scatole da delivery in veri e propri bento giapponesi, quelli che la madre gli preparava da bambino: a settembre nasce quindi la BENTOTECA, perdendo il riconoscimento della stella ma che oggi entra a far parte della selezione 50 Best Discovery.

Siamo molto felici di essere stati selezionati, vuol dire che stiamo lavorando molto bene e che possiamo fare ancora meglio.

Yoji Tokuyoshi 

A metà tra Oriente e Occidente, in un connubio di culture, ricordi e creatività, la doppia anima di Tokuyoshi rappresenta il presente, e forse il futuro, del panorama culinario milanese e italiano. Con cinque diverse attività nel capoluogo lombardo (BENTOTECA, PAN, Katsusanderia, DEMAE e MOTTO), negli ultimi anni lo chef, con nove anni di esperienza presso Osteria Francesca e come sous-chef di Bottura, ha catalizzato l’attenzione del settore gastronomico della città.

L’inserimento nella lista della piattaforma 50 Best, nella quale 1.000 esperti di settore selezionano annualmente i migliori ristoranti, bar e hotel nel mondo, è l’ennesima conferma del successo ma soprattutto dell’alta qualità dei progetti dello chef.