Blueface ha buttato fuori casa la madre e la sorella, ecco la motivazione

Articolo di

Greta Scarselli

Blueface ha pubblicato sul suo profilo Instagram alcuni post rivolti alla madre e alla sorella, in particolare le riprese integrali della loro visita a casa sua. Scene che nei giorni scorsi hanno scosso tutti quanti.

Com’è iniziata?

Qualche giorno fa, a seguito di alcuni video caricati sui social dalla madre, Blueface è finito nel bel mezzo di un caso mediatico non indifferente. Il rapper viene mostrato aggressivo nei suoi confronti, ma soprattutto in quelli della sorella, spinta giù dalle scale con calci e spintoni. Il riassunto spicciolo dato dai vari siti che hanno riportato la notizia era semplice: Blueface caccia di casa la madre e la sorella perché vuole starsene tranquillo con le due fidanzate. Ma è davvero così?

Non è andata proprio così

Oggi Blueface ha voluto spiegare la sua versione dei fatti, pubblicando un video integrale proveniente dalle telecamere di sorveglianza interne alla casa. Nella didascalia ha spiegato che in realtà la sorella era arrabbiata perché lui si era rifiutato di comprarle una macchina nuova, aggiungendo che la madre stessa si era stancata della figlia.

Lei vuole la mia macchina, vuole che gliene compri una insieme a molte altre cose. Io ero un senzatetto, per anni sono stato nella mia macchina perché nessuno voleva farmi restare a casa propria.

Anche la madre ha detto la sua

La donna ha condiviso su Instagram una sua foto assieme ai tre figli e ha spiegato che in quei video, che lei stessa ha mostrato, non c’è suo figlio, bensì Blueface.

Mio figlio non ha mai mancato di rispetto né a me né ad altri adulti finché è stato su questa terra. La persona che ho esposto era Mr. Blueface, non mio figlio, e volevo assicurarmi che lo sapesse.

Ciò che la madre vuole far capire è che la fama ha cambiato il bambino che era, non sono i soldi che le interessano, non voleva avere il controllo sulla sua casa, vuole solo ritrovare suo figlio Johnathan.

Visualizza questo post su Instagram

These are my children and I brought them into this world and I’ll take them out! You will respect me rich or poor! I sacrificed my life for them to be who they are and they better not ever forget it! My son has never disrespected me or any adults as long as he has been on this earth. There’s not a teacher, coach, principle, family member or anyone else who will testify that he has ever! The person I exposed was Mr. BlueFace that was not my son and I made sure he knew it. Whoever is creating this person was put on notice that I’ll put the whole situation on blast to protect my son. My children know that I would die for them without blinking and I needed whomever is testing him or me to know it. I deeply regret pushing BlueFace to anger but I refuse to allow him to destroy my son Johnathan! This was not about money or me trying to control his house because if I see the devil coming in you can best believe I’m going to be right behind her. To all those who have prayed for us collectively, I felt your prayers and it did give me strength and courage. Please continue to pray for my baby because at the end of the day that’s who he is and will always be🙏

Un post condiviso da Karlissa Angelic Saffold (@karlissaangelic) in data:

Capire quale sia il lato giusto da cui stare in questa situazione è difficile. Quello che è certo è che la violenza non può mai essere contemplata, ma le dinamiche sono troppo inquinate da fatti personali che non possiamo conoscere e soprattutto non possiamo dedurre da alcuni spezzoni di video pubblicati sui social.

prossimo articolo

Back in the 90’s con il ritorno delle Nike ACG Air Skarn