C2H4 torna a collaborare con Vans dopo due anni

Articolo di

Piergiorgio Del Papa

Famoso per aver fondato il brand sulla possibilità di unire più elementi in un’unica essenza proprio come un chimico, divenendo il portabandiera degli streetwear brand con tema utility, il brand di Los Angeles C2H4 torna dopo due anni a collaborare con il colosso degli skate brand Vans.

Nel 2016 i due avevano collaborato ad una Old Skool e ad una Authentic, distruggendole, colorandole e ricostruendole a mano con patch di stoffa e denim. Ora, in una chiave più “moderna” ed ispirandosi alla macchina generatrice di ozono, le due silhouette seguono il filone della collezione “Zero Gravity” che prende spunto dall’ipotetico abbigliamento da lavoro dei laboratori di chimica del futuro. Esse si presentano costruite in suede e tessuto, con un grigio spento che nella Old Skool contrasta il celeste della midsole, mentre nella Authentic il bianco sporco copre l’intera tomaia. Troviamo poi una speciale targhetta che funge da pannello metallico a controllo remoto per le operazioni di laboratorio, a seguire il sottosuola traslucido di entrambe le sneaker mostra lo schema di produzione dell’ozono, in blu per la Old Skool e in rosso per la Authentic.

Considerata come una delle collaborazioni Vans più rare vista la sua produzione limitata (solamente 150 paia per modello), verrà rilasciata il 10 Maggio sullo store online di C2H4. Le scarpe saranno inoltre accompagnate da uno speciale box.

prossimo articolo

Miley Cyrus e Converse presentano ufficialmente la loro collaborazione