Castore sarà il nuovo sponsor dei Rangers. Guerra aperta ai giganti dello sportswear

Articolo di

Marco Grassi

Un giovane brand inglese di sportswear, Castore, ha deciso di approdare nel mercato del calcio. Lo ha fatto attraverso una partnership milionaria con la storica squadra dei Rangers di Glasgow. Battendo la concorrenza di brand come Puma e Macron.

I dettagli dell’accordo

L’accordo, siglato il 15 di maggio 2020, inizierà dalla stagione ’20/’21. Si stima che i costi di questa operazione siano intorno ai 20 milioni di sterline per i prossimi 5 anni. Assicurandosi così il 2022, data del 150° compleanno del club.

Stando a quanto dichiarato da Castore, la società scozzese è una delle prime squadre scelte dall’azienda che mira però ad allargare il suo portafoglio a 5 club nei prossimi 18 mesi.

Infatti, alle spalle di questo “piccolo” brand c’è un consorzio di investitori privati di alto profilo che compongono un capitale di 5 miliardi, tra questi è presente una delle famiglie inglesi più ricche.

La filosofia di Castore

L’azienda, fondata dai due giovani fratelli Beahon di Liverpool, col sogno infranto di diventare un giorno calciatori, si è fatta strada partendo da un modello di business del tutto digitale.

Il modello “direct to consumer” ha permesso ai due imprenditori di crescere vertiginosamente negli anni, evitando molte barriere all’ingresso del mercato. Soprattutto, ha permesso al brand di esportare il suo prodotto in 64 paesi in tutto il mondo con maggiore facilità.

È chiaro e doveroso ricordare che, per stuzzicare l’interesse degli investitori, ma soprattutto quello del consumatore, alla base ci deve essere un prodotto di qualità che rientri nella categoria premium dell’abbigliamento sportivo.

La loro filosofia “Better Never Stop” racchiude il concetto che, attraverso il duro lavoro, l’ingegneria e lo studio del prodotto, si può offrire all’atleta un indumento sportivo più leggero, più resistente, senza lasciar nulla al caso.

Perché proprio i Rangers?

Secondo i fratelli Beahon, è impossibile costruire un brand di abbigliamento sportivo globale senza essere presenti in uno sport grande e popolare come il calcio.

Il motivo per il quale sono partiti dai Rangers è racchiuso all’interno delle due città: quella di Glasgow e quella di Liverpool. Entrambe storiche città portuali, che condividono all’interno del Regno Unito valori come la resilienza, l’impegno per il duro lavoro e il desiderio di superare le aspettative. In piena filosofia “Better Never Stop”.

Steven Gerrard, allenatore della squadra scozzese.

Castore, quindi, garantirà alla squadra di Steven Gerrard, icona dei Reds, un prodotto di alta qualità che aggiunge valore al club, rompendo lo status quo dei grandi marchi, proponendo strategie di comunicazioni e kit che si concentrano sul club, niente prodotti confezionati.

Sicuramente attraverso la qualità dei suoi prodotti, ma soprattutto alla sue spalle larghe in termini economici, sentiremo nuovamente parlare di questo coraggioso brand di Liverpool.

prossimo articolo

GOLF WANG e Levi’s scelgono i pois per la loro collaborazione