Fashion

La collaborazione tra Supreme e Dickies celebra il legame tra workwear e skate

Articolo di

Ruben Di Bert

Ci sono almeno tre requisiti che l’abbigliamento di uno skater deve possedere: resistenza, comodità e stile. Queste caratteristiche potrebbero benissimo apparire come i fondamenti dello streetwear, ma in realtà provengono da un altro mondo, quello del workwear. A partire dalla fine degli anni Ottanta alcuni blasonati skate team come Anti-Hero e Zero Team si sono infatti appropriati di un capo che fino ad allora veniva utilizzato soltanto nell’ambito del lavoro, ovvero i pantaloni 874 di Dickies. Erano ampi abbastanza da consentire movimenti innaturali, robusti a tal punto da rimanere indenni a ogni tipo di usura (graffi, strappi e botte d’urto) e vantavano anche un certo appeal. Stiamo quindi parlando del pantalone ideale per ogni skater, ragione per cui Dickies è ufficiosamente diventato un brand integrante nelle loro uniformi.

Questo rapporto finora rimasto più o meno segreto è pronto a essere ufficializzato attraverso una collaborazione che vanta una certa importanza multiculturale, quella con Supreme. Ad aver reso possibile questa tanto attesa partnership è stata anche VF Corp, società che ora detiene entrambi i marchi e che dunque ha facilitato l’incontro tra di loro.

I primi pezzi erano stati silenziosamente presentati con il lookbook della collezione autunno/inverno 2021 della label newyorkese, dove per l’appunto troviamo una tuta in denim con texture trapuntata e due Double Knee Painter Pants, anch’essi caratterizzati dalla stessa lavorazione. A questi articoli ora si aggiungono anche delle Work Jacket, il tutto declinato in nero, blue jeans, fucsia o grigio camouflage e rigorosamente rifinito da un’etichetta in co-branding.

La release è fissata per il 23 dicembre in store e online alle ore 17:00.