Fashion

GCDS ha sfilato con una collezione da paura

Articolo di

Ruben Di Bert

Dopo una serie di spettacolari presentazioni digitali, GCDS torna alla Milano Fashion Week con una sfilata in presenza. La location scelta è un’ex chiesa collocata su quello che fu un lazzaretto, il luogo ideale per mettere in scena una collezione… da paura!

La paura è infatti il tema chiave dell’autunno/inverno 2022, ma non intesa come quella sensazione che paralizza e mangia l’anima, bensì quel sentimento che stimola e alletta la fantasia in modo positivo. Perché in un momento storico cupo come quello che stiamo vivendo, l’immaginazione rappresenta l’unica via d’uscita. E in questo Giuliano Calza è un vero maestro.

Il défilé ha il compito di rappresentare il vero potere della moda, ovvero fondere elementi diversi in un’unica fonte creativa. Tutto allora si trasforma, le apparenze cadono e mondi che finora pensavamo non potessero incontrarsi dialogano tra di loro. Il collante da cui scaturisce questa connessione è il glamour, la qualità attraente ed eccitante sinonimo di magia, seduzione, scintillio e ovviamente fashion.

La rappresentazione di Dracula appare quindi come non l’avevamo mai vista, tra tessuti di raso color rosa confetto o verde brillante, latex, blazer sartoriali, rouches d’antan e tacchi che riprendono la forma dei canini. A ciò però si aggiungono anche grafiche con Hello Kitty, top-gioiello tempestati di pietre, romantici fiocchi oversize, maglieria crochet con fiori e cuoricini, mocassini e sabot in collaborazione con Clarks.

Nel mondo di GCDS tutto è lecito e anche che ciò che ti spaventa può farti diventare una creatura meravigliosa.