Fashion

La collezione LV² di Virgil Abloh e NIGO incarna l’evoluzione dello streetwear

Articolo di

Ruben Di Bert

Nei tre mesi passati dal momento in cui Virgil Abloh ha annunciato la collaborazione tra Louis Vuitton e NIGO, tutti ci siamo interrogati su come sarebbe potuta essere questa linea, visto che il creativo aveva dichiarato la morte dello streetwear.

Ebbene, da due menti così geniali non potevamo che aspettarci una grande sorpresa, e così è stato. La capsule collection LV² pensata per la stagione pre-fall 2020, chiarisce infatti quella tanto chiacchierata frase, dimostrando che non siamo davanti a una fine definitiva, ma si parla piuttosto di una evoluzione di questo concetto.

Troviamo quindi una serie di capi ready-to-wear, borse e accessori in cui la sartorialità viene elevata in una forma nuova, decisamente meno formale.

La collezione, ha spiegato il neo direttore artistico della maison, è un tributo all’icona giapponese di questo movimento, nonché suo grande amico, il quale ha ridefinito l’eleganza mettendo mano su alcune texture storiche come il monogram Damier.

Secondo quanto emerso, potremo acquistare gli articoli nelle boutique Louis Vuitton e online a partire da giugno.

prossimo articolo

Nike Adapt LE 01, ecco la nuova scarpa autoallacciante