Fashion

Dadsit e CLU++ER hanno aperto il primo pop-up store per designer emergenti

Articolo di

Edoardo Cavrini

Lo studio creativo CLU++ER ha inaugurato TOOLS: una serie di eventi volti a sfumare le frontiere tra il mondo dell’arte e quello del design.

Il primo ospite di questa iniziativa è Dadsit, digital platform fondata nel 2019 a Firenze che vuole offrire un supporto a tutto tondo ai giovani creativi di oggi, aiutandoli nei processi di realizzazione, comunicazione e vendita dei loro progetti. Dadsit, acronimo di Designer Archive Digital Store, rappresenta non solo una solida base su cui far affidamento per muovere i primi passi nel fashion, ma anche un luogo di scambio in cui il singolo designer ha la possibilità di interfacciarsi a realtà a lui vicine, come quelle dello styling o della fotografia.

In concomitanza con la Fashion Week di Milano e l’avvio di TOOLS, Dadsit ha selezionato, e prodotto, una serie di capi di diversi designer emergenti. Fungendo da polo di riferimento per il crescente numero di creativi nel settore moda, il collettivo di Firenze ha inoltre deciso di mettere in vendita un numero limitato di prodotti riportanti la firma di nascenti artisti, per dar loro la possibilità di far conoscere la propria visione a un pubblico sempre più ampio. Il tutto sarà accompagnato da una mostra curata da tre creativi milanesi – Leonardo Persico, Valentina Rixo e Thais Brandao – che attraverso il loro linguaggio daranno voce alle storie dietro la realizzazione dei capi in vendita. In questo modo la pura installazione artistica inizia a muovere i primi passi verso il mondo del retail, dando al contempo luce a nuovi volti della scena fashion.

A partire dall’opening party che si terrà alle 18 di oggi, lunedì 21 giugno, e poi per tutto il corso della settimana, Dadsit e CLU++ER metteranno a disposizione i loro spazi per il primo pop-up store dedicato esclusivamente a designer emergenti.