Fashion

Dalle Yeezy Boost 350 V2 “Cinder” al #4 drop di Supreme, ecco 5 drop da non perdere questa settimana

Articolo di

Edoardo Cavrini

Torna la rubrica del giovedì dedicata ai cinque migliori drop da non lasciarsi sfuggire. Siete in quarantena e avete voglia di fare shopping? Non vi preoccupate, le release top di questa settimana le trovate qui sotto.

Yeezy Boost 350 V2 “Cinder”

Una nuova variante dark delle Yeezy Boost 350 V2 è pronta a invadere il mercato. Caratterizzata da un taglio medio basso, la scarpa vanta la classica tomaia in Primeknit questa volta color grigio scuro. La data di lancio è fissata per il 21 marzo, ma le raffle sono già aperte. Scoprite a quali partecipare cliccando qui.

Air Jordan IV Retro SE “Neon”

Per celebrare l’Air Max Day 2020, Jordan lancerà una Air Jordan IV ispirata alle Nike Air Max 95 OG. La scarpa riprende lo schema colori dell’iconico design creato da Sergio Lozano. La release è fissata per il 21 marzo al prezzo di €202.

Size? x Converse Chuck ’70 “Multipatch”

Nate per festeggiare i 20 anni del retailer britannico, queste Chuck ’70 sono ispirate alle carte collezionabili. Una tomaia in spugna consente al consumatore di esprimere tutta la sua creatività attraverso l’utilizzo di colorate patch. La scarpa sarà disponibile in versione Triple White e Triple Black dal 20 marzo sul sito e nei punti vendita Size?.

Palace Drop #6

Per questo appuntamento, Palace ci offre un’interessante selezione di capi d’abbigliamento e accessori, fra tutti il più particolare è il bersaglio con i dardi brandizzati con l’immancabile Tri-Ferg. La release è fissata per il 20 marzo alle ore 12:00 solamente online.

Supreme Drop #4

Supreme si affida all’estro di Rammellzee per il quarto drop della collezione primavera/estate 2020. Questa settimana, oltre a una varietà di capi d’abbigliamento e accessori, il brand ci propone una speciale capsule collection dedicata al celebre artista e ai suoi graffiti. L’appuntamento è fissato per questo giovedì alle ore 12:00 sullo store online Supreme.

prossimo articolo

Il nuovo album di Childish Gambino è svanito nel nulla?