Un design pro Hong Kong ha creato grossi imbarazzi tra Vans e la Repubblica Popolare Cinese

Articolo di

Vittorio Tomasella

Vans è solo l’ultima grande multinazionale che potrebbe trovarsi nella bufera delle proteste antigovernative che stanno avendo luogo ad Hong Kong da mesi.

Ogni anno il brand organizza un contest, il Custom Culture, che permette ai partecipanti di customizzare una silhouette, che verrà poi votata. I vincitori (i primi tre della classifica) vedranno realizzato il proprio modello e incasseranno un premio di 25000 dollari.

Il problema per Vans è il design creato da un artista canadese, soprannominato Naomiso, il quale ha deciso di ispirarsi alle proteste di Hong Kong per realizzare una Era che rappresenti i manifestanti anti Cina.

Da quando è partito il contest, l’1 ottobre, la grafica creata da Naomiso ha incassato ben 10147 voti in 4 giorni, piazzandosi immediatamente al secondo posto e creando non pochi imbarazzi al brand californiano.

Non è la prima volta che un brand footwear si trova in una situazione di difficoltà con la Repubblica Popolare. Giusto pochi mesi fa, infatti, Nike era stata costretta ad annullare la release della sua collaborazione con Undercover a causa delle posizioni politiche pro-dimostranti del designer, Jun Takahashi.

Steve Tsang, direttore del China Institute alla London’s School of Oriental and African Studies, ha dichiarato: “Sarei molto sorpreso se Vans portasse avanti questo progetto. Il governo cinese utilizzerà tutto il proprio potere per far capire alle multinazionali che non è il caso di schierarsi contro di loro. Se sconsiglieranno alla popolazione di acquistare i prodotti di un brand, state certi che è ciò che avverrà”.

Ieri è quindi arrivato il dietrofront di Vans, che ha deciso di rimuovere alcuni design, aggiungendo in una nota che “alcune grafiche artistiche sono state rimosse dalla competizione poiché non rispettano le linee guida del contest”.

Il post sulla pagina Facebook di Hong Kong del brand ha ricevuto più di 13 mila commenti in poche ore, la maggior parte contro la decisione di Vans.

Date uno sguardo alla controversa grafica di Naomiso e fateci sapere cosa ne pensate.

prossimo articolo

Dopo l’addio a Palace, Blondey McCoy riparte da THAMES MMXX