Dieci anni della linea Nike SB Stefan Janoski: in arrivo una versione remastered

Articolo di

Roberta Gervasio

Classe ’79,  Stefan Janoski è noto come skateboarder professionista, artista e writer. La sua fama ha valicato i confini americani quando ha iniziato a collaborare con Nike, dando il nome a una sua linea di sneakers: la SB Zoom. Ma andiamo  per gradi.

La divisione Skateboarding in casa Nike viene fondata nel 2002, all’epoca Janoski faceva parte del team e gli era stato concesso l’onere di plasmare una propria silhouette sia per aggiungere novità nel panorama Nike, sia per dare un volto e un’identità forte in questo nuovo campo d’azione. Di solito, i primi momenti in una relazione sono sì, un incontro, ma soprattutto uno scontro: così fu anche per Nike e Stefan, un mondo troppo concentrato sui canoni storici delle proprie silhouette che si scontrava con un cervello che riusciva a dare il massimo solo pensandosi su quella tavola, in strada. Nel 2009 la prima Nike SB Stefan Janoski era sugli scaffali di skate shop e negozi di articoli sportivi.

La linea di pensiero di Stefan era molto semplice, forse proprio questo ha fatto sì che arrivasse intatta fino a noi una silhouette semplice e minimale che garantiva libertà di movimento sullo skateboard, senza perdere stabilità e sicurezza. La tomaia quindi si presentava in tela con uno swoosh a contrasto, punta rinforzata e tongue stilizzata.

Quest’anno, per celebrare il decimo anniversario di questo meraviglioso connubio, vedremo diverse versioni disponibili: dalla regular alla mid, senza dimenticare la variante slip-on e la AC. Ciò che le accomuna è la tomaia in suede grigio con inserti tono su tono, uno swoosh perforato e una midsole bianca rinforzata da una sovrapposizione in gum sul toe.

La Zoom Stefan Janoski RM sarà disponibile dall’1 aprile sul sito di Nike e presso retailer selezionati.

prossimo articolo

Uniqlo celebra i quarant’anni di Gundam con una capsule collection