Dopo l’esplosione di DaBaby, tenete d’occhio Charlotte

Articolo di

Matilde Manara

Nel panorama hip hop mondiale il successo ottenuto quest’anno da DaBaby è quasi incredibile ma, cosa più importante, non è un caso.
Il rapper classe ’91 si è indubbiamente guadagnato tutti i riconoscimenti ricevuti, “KIRK” è infatti una delle migliori produzioni che il 2019 ci abbia regalato fino ad ora, ma questa epica ascesa ci urla anche a gran voce qualcosa di specifico: tenete gli occhi aperti su Charlotte.

Charlotte, città d’origine di Baby, è infatti il centro di una scena underground viva e famelica, piena di piccole grandi promesse, e i nomi che potremmo fare sono tantissimi. Tra volti noti e nuovi pretendenti, per fare una classifica servirebbe un podio composto da molti gradini, perché 3 non basterebbero.

Bitch, I’m from Charlotte, we blank

Da Baby

Che nella sua città si fa tutto in modo estremo Baby ce l’aveva già detto in “Baby on Baby”, con quel “we blank” che non si può dire da nessun’altra parte, termine clonato da Charlotte, per Charlotte, la loro lingua. Ora gli abbiamo dato retta.

Ecco il nostro tour di Charlotte:

704Chop è il primo gioiello di DaBaby, nella sua musica parla della società che vive e delle guerre fatte da bambino. Ad agosto 2019 bussa con forza alla porta del rap americano con il singolo “Loyalty Means Everything”.

Deniro Farrar è un volto storico della scena hip hop della città, il rapper ha collaborato con artisti come Ryan Hemsworth e Shady Blaze, rimanendo per molti una delle più grandi almost-stars di sempre.

Duru Tha King, rapper della scuola di Farrar. L’hip hop per lui è diventato uno strumento per sfuggire alla vita di strada e gli ha regalato anche diverse soddisfazioni. Il rapper classe ’88 ha sempre avuto le carte in regola e Nipsey Hussle lo sapeva, tanto da sceglierlo per aprire le sue date in Carolina.

Ronsocold, 24 anni e due dischi già pubblicati, è un’altra delle supernove delle strade di Charl. Accattivante, divertente e estremamente controcorrente, non fatevelo scappare.

Elevator Jay è il nome da conoscere se cerchi il Re del rap country a Charlotte. “Sento che la quantità viene messa al di sopra della qualità della musica. Non per dissare qualcuno, ma mi piace prendermi il mio tempo. Mi piace il mio cibo nel forno, non nel microonde. Questa è la mia musica.”

Ice Montgomery nato a Charlotte, ma stagionato ad Atlanta, è una miscela armonica di Kilo Ali, Sisqó & Pharrell Williams, rende l’idea?

BankRoll Birds, con il disco “I stayed Down” e il suo sound distintivo, è senza dubbio uno degli artisti più particolari che Charlotte possa vantare.

Alldaway Dre? Si presenta da solo.

prossimo articolo

Aimé Leon Dore e New Balance sono pronti a lanciare una nuova capsule