Dalle stalle alle stelle. E’ adidas il leader mondiale dello sportswear?

Articolo di

Carola Molteni

E’ ufficiale! Il brand adidas, come uno schiacciasassi, continua la sua avanzata inarrestabile mietendo vittime in ogni parte del mondo. Nike e Under Armour sono i principali brand soggetti alla competizione.

Come annunciato durante il comunicato stampa ufficiale, le vendite del brand tedesco negli ultimi 12 mesi sono incrementate in maniera vertiginosa. E’ stato reso noto anche il fatturato il quale si aggira attorno ai 19,3 miliardi di euro.

Non sono certo pochi spicci, ma adidas punta molto in alto. Per il 2017, infatti, il brand dalle tre strisce spera di accrescere i suoi ricavi tra l’11 e il 13%, aumentando l’utile netto fino al 20%. La prospettiva positiva è dettata certamente dai risultati del 2016 e che fanno ben sperare. Per il 2020, inoltre, adidas punta addirittura a quadruplicare le sue vendite.

Punto focale della crescita di adidas nonché driver di ogni strategia sono proprio le nostre amate sneakers. Come spiegato senza mezzi termini da Kasper Rorsted, CEO del brand, si è puntato molto sull’incremento della desiderabilità dei prodotti adidas. E ciò è esattamente quello che continuerà a fare in futuro, investendo in maniera aggressiva in ambito digitale con uno sguardo rivolto sempre più sull’e-commerce nonché sulle nuove tecnologie come la stampa 3D e le moderne tecniche di produzione manifatturiera.

Qui sotto trovate l’andamento dei titoli azionari degli ultimi 12 mesi dei tre brand Adidas, Nike e Under Armour messi a confronto. Risultato davvero non male. Good job, adidas!

https://twitter.com/readDanwrite/status/839556933145198592

 

 

prossimo articolo

Brands Bio: The North Face