Music

Ecco cosa è successo durante il terzo listening event di “DONDA”

Articolo di

Edoardo Cavrini

Nella notte si è tenuto il terzo listening event organizzato da Kanye West per il lancio di “DONDA”. Dopo i primi due eventi nello stadio di Atlanta, il rapper si è spostato nella città in cui è cresciuto, Chicago, dove non sono mancate le novità.

Rispetto ai due show precedenti, questo è stato sicuramente quello più strutturato e ricco di maggiori sorprese. Un’anticipazione ci era già stata data dall’uscita delle foto in cui erano ritratti i lavori di ricostruzione della casa di infanzia del rapper, ma nessuno si sarebbero mai aspettato di vedere sui gradini della villetta, oltre ovviamente a Ye, anche Marilyn Manson, DaBaby, Don Toliver, Westside Gunn e Travis Scott.

A lasciare letteralmente tutti a bocca aperta, oltre all’inaspettata comparsa di questi artisti, sono però stati due eventi in particolare. Nel primo, per concludere lo show e simbolizzare il culmine del suo percorso di redenzione, Mr. West ha deciso di darsi letteralmente fuoco. Prima in un video e poi di fronte alla ricostruzione della sua casa, Kanye è stato letteralmente ricoperto dalle fiamme (secondo molti il rapper non avrebbe nemmeno fatto ricorso all’uso di stuntman).

Il secondo momento, collegato al primo, è quello durante il quale, sulle note di “No Child Left Behind”, è comparsa una donna in un vestito da sposa bianco firmato Balenciaga, rivelatasi poi essere Kim Kardashian. La coppia, il cui divorzio sembrava esser dato per certo, sarebbe dunque tornata insieme “sposandosi” nuovamente in occasione del concerto.

Dal punto di vista musicale, invece, “DONDA” sembra essere ancora in alto mare e in fase di lavorazione, sono infatti stati numerosi i cambiamenti subiti dalla tracklist del disco. Primo fra tutti l’esclusione della strofa di Jay-Z da “Jail”, sostituita con una nuova di DaBaby. Altro grande escluso sembra essere Kid Cudi che, dopo essere stato aggiunto durante il secondo live di Atlanta, è nuovamente scomparso da “Moon”. Tra le altre novità, Kanye ha presentato la traccia “Believe What I Say”, sentita per la prima volta in un post del cantante a settembre 2020, la cui base è un sample della famosissima “Doo Wop (That Thing)” di Lauryn Hill. L’uscita del disco, nonostante sia ora programmata per domenica 5 settembre, parrebbe essere ancora molto lontana per via di questi continui cambiamenti.

In questo susseguirsi di avvenimenti il dissing riaccesosi in questi giorni tra Kanye West e Drake ha fortunatamente ricoperto un ruolo davvero marginale. L’unico collegamento tra Ye e il rapper di Toronto parrebbe essere stata la comparsa sul set della cantante Shenseea, legata a Drizzy per una presunta storia d’amore.