Fashion

Lo stile di Billie Eilish di album in album

Articolo di

Chiara Lanzavecchia

Immaginate avere 19 anni ed essere in testa a tutte le classifiche musicali con il vostro secondo disco in uscita, essere un’icona di stile e un riferimento per milioni di ragazzi in tutto il mondo. Ora immaginate di avere in mano tutta la vostra immagine, di tenere in pugno la direzione artistica del vostro personaggio, dai video musicali, ai cambi di look, alla personalità. Billie Eilish è tutto questo — se non di più. 

Fin dai primi tempi, Billie Eilish è riuscita a muovere la sua narrativa in modo da lasciare al pubblico niente su cui focalizzarsi che non fosse la sua musica. Entrata nel panorama musicale prestissimo, la cantante si è preparata fin da subito all’onda mediatica che segue ogni sua azione. La scelta di mostrare il suo corpo solo recentemente parla chiaro. “Non prendermi come esempio da seguire solo perché ti piaccio” ha spiegato Billie Eilish durante l’intervista che ha accompagnato gli scatti di British Vogue che a giugno hanno lasciato il mondo a bocca aperta. Il corpo della cantante è sempre stato sotterrato in strati di vestiti oversize che non le hanno però mai impedito di imporsi come icona di stile. Louis Vuitton e Gucci, prima di tutti, hanno creato vestiti custom made per la cantante riconoscendo in lei un’icona di stile con un carattere così forte da poter portare avanti il suo messaggio, e quello delle maison allo stesso tempo. 

La moda è sempre stata la mia coperta di Linus. È il mio modo di esprimermi senza dover usare le parole.

Billie Eilish, Vogue Australia, 2019

Dalla ragazzina insicura che cercava di proteggersi dagli sguardi esterni a tutti i costi, ora c’è un abisso. Billie Eilish ha deciso di “svelarsi” — attuando una tecnica tanto potente e body-positive quanto lo era stata la sua decisione di coprirsi — in corrispondenza dell’uscita del nuovo album del 30 luglio che simboleggia un nuovo capitolo della sua carriera e della sua persona. Gli indizi sono iniziati ad arrivare qualche mese fa quando su Instagram ha rivelato il suo nuovo look: onde di capelli biondo platino a metà tra Marilyn Monroe e una pin-up che hanno violentemente rimpiazzato il suo look iconico fatto di capelli neri e verde fluorescente. In una recente intervista, l’artista ha racconta ridendo che alla fine lei ha solo 19 anni, “è divertente il fatto che ci si aspetti che abbia trovato me stessa e che io rimanga fedele a questa idea”. In effetti i cambiamenti di look che ha avuto negli anni sono tutti giustificati dalla giovane età della cantante che si diverte a sperimentare il più possibile con il suo personaggio.

I vestiti sono la cosa che conta di più nella mia vita di tutti i giorni. Ovunque io sia, qualsiasi cosa faccia. Sono tutta la mia identità. La mia personalità è basata sui miei vestiti e su cosa indosso quel giorno. A volte ho una personalità diversa a seconda dell’outfit. Se indosso qualcosa in cui non mi sento a mio agio, mi trasformo in un personaggio completamente diverso e che odio. Quello che mi piace del vestire come se fossi 800 taglie di più, è che non do la possibilità a nessuno di giudicare l’aspetto del mio corpo. Non voglio dare a nessuno una scusa per giudicare.

Billie Eilish, Vogue Australia, 2019

2017 – Don’t Smile at Me 

Agli inizi della sua carriera Billie Eilish decide di tenere tutto il potere nelle sue mani mostrando raramente la sua pelle. Il look di questo periodo era semplice: strati su strati. Che fossero giacche oversize, salopette, dolcevita o pantaloni baggy l’artista puntava sempre a distogliere l’attenzione dal suo corpo creando dei look spesso monocromatici e d’impatto, coronati da Converse, trucco scuro, capelli tinti di colori freddi e grandi cerchi alle orecchie. Questo non le ha impedito — anzi forse ha aiutato — di imporsi come icona, con un carattere e un look ben definiti e in totale accordo. 

2019 – When We All Fall Asleep, Where Do We Go? 

“Se solo mi vestissi normale sarei molto più sexy, sì, sì inventatevi un commento migliore, sono stanca di questo” scrive Billie Eilish sotto una sua foto su Instagram nel 2019 dove indossa una maglietta e dei pantaloni oversize parte di una capsule collection disegnata da lei per Freak City. A questo punto Billie ha 18 anni, ha vinto sette Grammys, ha fatto tre tour sold out, ha milioni di followers su instagram ma il look è quello di una teenager qualsiasi. Questo periodo è stato forse uno dei più iconici, segnato da look come il completo delle Superchicche, i color block verdi fluo o arancioni, il completo di Sailor Moon e il total look Louis Vuitton bianco con monogram arcobaleno, con tanto di cappello e passamontagna custom made. Billie Eilish non ha fatto altro che prendere il classico look da pop star e buttarlo dalla finestra sostituendolo con un’estetica tutta sua, a tratti cattiva, sicuramente stridente sul corpo di una ragazzina dagli occhi cristallini ma che l’ha resa l’icona che è oggi. 

2021 – Happier Than Ever

Il biondo Hollywoodiano che la accompagnerà nel suo tour mondiale per “Happier Then Ever” è il simbolo della sua ultima metamorfosi. Quando durante il 2020 Billie iniziò a sentire come una forzatura il suo personaggio, iniziarono delle “crisi di personalità”. Non si sentiva più Billie Eilish e in diverse occasioni, durante delle performance, si ritrovò a vedersi da un’altra prospettiva, come se fosse la parodia di sé stessa. “Sto provando diversi modi di vivere, diversi stili e personalità, capelli, vestiti, scarpe, li sto provando tutti perché sono una ragazza in crescita” ha rivelato l’artista in un’intervista recente. Il suo nuovo stile, più ripulito, femminile, chiaramente ispirato dalla Hollywood degli anni ’50, quasi etereo avvolto in questo biondo pallido, sarà sicuramente anche indizio di un nuovo periodo musicale, non più stridente e a tratti disturbante come l’album precedente, ma più melenso e dolce. La seta e i colori della terra si fanno protagonisti, Gucci si fa testimonial e finalmente una Billie Eilish serena si mette al centro di tutto ciò, senza mai perdere il controllo sulla sua immagine e constatando “Non mi farò mai più possedere da nessuno”.