Music

Frank Ocean e complottismo: cosa accadrà al Coachella?

Articolo di

Andrea Mascia

È ufficiale. Frank Ocean è uno dei tre headliner del Coachella. Un nome di livello assoluto che segue quelli di artisti mastodontici come Bad Bunny, Gorillaz, Rosalía, Metro Boomin, Pusha T e Björk, distribuiti nelle tre giornate in cui si svolge l’evento. Ma se sulla copertina del festival che si tiene in California il nome d’arte di Christopher Edwin Breaux è scritto con una font di dimensione decisamente più grande rispetto a quella con cui è scritto quello degli artisti che performeranno lo stesso giorno, c’è un motivo ben preciso. Si tratta di uno dei cantanti internazionali più attesi del momento. Negli ultimi tempi, e in particolar modo dal 2020, anno in cui non ha potuto portare avanti il tour che aveva in programma, tutti i suoi fan – e non solo – hanno iniziato a chiedersi quali fossero le sue intenzioni future.

Ora abbiamo finalmente delle news, e con esse, tante supposizioni. È molto probabile che in concomitanza con il Coachella l’artista possa rilasciare un nuovo progetto musicale, così come, considerata l’ambiguità del personaggio, possa non pubblicare nulla o addirittura non presenziare. Sia chiaro, stiamo mettendo, come si suol dire, “le mani avanti”. Anche noi aspettiamo a braccia aperte nuove iniziative musicali dell’artista, ma visti gli ultimi accadimenti, è cosa buona e giusta analizzare il tutto con un minimo di scetticismo e fatalismo, e al contempo con un pizzico di ironia. Abbiamo ipotizzato tutto ciò che potrebbe accadere in vista della performance di Frank Ocean al Coachella.

1. Il cantante ha uno storico di cancellazioni di concerti non indifferente. Prima di quella del 2020, in tempo di Coronavirus, nel 2012, anno di debutto di “channel ORANGE”, Frank cancella la sua data svedese al Way Out West, dichiarando in seguito «In questo momento mi sento un c***ne».

2. Anche nel 2017, Ocean cancella la tappa al Primavera Sound Festival di Barcellona prevista per il 2 giugno dello stesso anno. La coincidenza? Entrambe le cancellazioni avvengono in seguito alla pubblicazione di un suo disco. Nel secondo caso, di “Blonde”.

3. Arriviamo al discorso album. Ocean al Coachella molto probabilmente porterà con sé nuova musica. Una delle nostre teorie ci dice che ciò sia possibile: “Dear April”, contenuto in “Side A – Acoustic”, è il nome del suo ultimo singolo ufficiale; il Coachella prende luogo proprio ad aprile, che sia finalmente l’occasione giusta per Frank di far ascoltare finalmente qualcosa di nuovo?

4. Ci hanno pensato gli utenti Reddit a dare linfa ad alcune teorie complottiste che vi riportiamo. Frank Ocean ha tantissimo materiale musicale non pubblicato su Spotify e Apple Music. E se invece di un nuovo album rilasciasse su queste piattaforme il suo mixtape di debutto, “Nostalgia, Ultra”?

5. Solamente i più attenti avranno studiato bene la line-up del Coachella. Tra i vari artisti c’è anche Jai Paul, un talento generazionale della musica, una figura dirompente circondata da un’aura mistica, molto simile a Frank Ocean, che per giunta non si è mai esibito dal vivo. Che i due possano lavorare a un progetto insieme?