Fashion

Fred Perry e Raf Simons affidano la collezione PE ’20 alle foto dello YOUTH CLUB Preservation Programme

Articolo di

Ruben Di Bert

Le sottoculture continuano a ispirare Fred Perry e Raf Simons anche per la stagione primavera/estate 2020.

La nuova collezione, che va a consolidare la longeva partnership tra lo stilista belga e il brand inglese, si è affidata infatti alle fotografie di Gavin Watson e George Plemper tratte dall’archivio dello YOUTH CLUB Preservation Programme, l’organizzazione no profit che lavora per preservare, digitalizzare e condividere le immagini che raccontano la storia della cultura giovanile tra gli anni ’70 e ’90.

Quando ho iniziato mi sono focalizzato sui giovani e sulle sottoculture, e Fred Perry è stata un’importante fonte di ispirazione.

Raf Simons

Questi scatti sono stati applicati su alcuni capi unisex che emanano tutta l’energia di quella generazione di ragazzi appena maggiorenni che utilizzavano l’abbigliamento come un potente strumento di espressione. Tra un omaggio alla scena underground e un richiamo al fenomeno DIY tipico del punk, la linea di articoli si compone di giacche, maglioni, t-shirt, felpe e camicie in cui spicca una rivisitazione del logo Laurel Wreath sotto forma di anello metallico.

La linea è attualmente disponibile sul sito ufficiale di Fred Perry e presso una rete di rivenditori selezionati.

prossimo articolo

Intervista a Mezzy, il regista di Lil Peep: Everybody’s Everything