Il futuro di Jean Paul Gaultier parte da sacai

Articolo di

Ruben Di Bert

Il 17 gennaio Jean Paul Gaultier annunciava il suo ritiro dal mondo della moda, per poi concludere in bellezza cinquant’anni di carriera con una sfilata colossale.

Come si poteva intuire però, ciò non escludeva affatto il proseguimento del suo marchio e oggi ne abbiamo avuto la conferma.

Attraverso il suo profilo Instagram, infatti, il leggendario stilista ha dimostrato per l’ennesima volta il suo spirito rivoluzionario dichiarando che da ora in poi le collezioni di haute couture con il suo nome vivranno in una nuova forma. Questo nuovo concept riprende l’idea di guest designer e ridefinisce il fenomeno delle collaborazioni con lo scopo di dare la possibilità ad alcuni talenti di interpretare secondo la loro visione l’heritage della maison.

Sono contento che questo concept diventi realtà con Chitose Abe di sacai a inaugurarlo. Apprezzo il suo lavoro, abbiamo molte cose in comune dal punto di vista creativo e una visione simile della moda. Poterle dare una totale libertà di esprimersi mi rende felice.

Jean Paul Gaultier

A dare il via a questo progetto sarà nientemeno che Chitose Abe, il volto di sacai, che dopo aver fatto la gavetta da COMME des GARÇONS, è riuscita a conquistare il fashion business con la propria label indipendente.

Ammiro la visione sovversiva della femminilità proposta da Jean Paul Gaultier e la sua originalità, aspetti a cui da sempre tendo con il mio lavoro. È un onore per me avere la chance di essere custode della maison come prima interprete del progetto.

Chitose Abe

Per vedere il frutto di questa inaspettata unione, dovremmo aspettare luglio quando, in occasione della Paris Haute Couture Week, si terrà il défilé.