Fashion

GCDS ha superato il concetto di sfilata digitale

Articolo di

Ruben Di Bert

GCDS non scherzava affatto quando ha pensato di intitolare la collezione primavera/estate 2021OUT OF THIS WORLD“.

In tempi di coronavirus, per forza di cose, l’intera industria della moda ha dovuto reinventarsi concentrando il proprio estro creativo per rimpiazzare le tradizionali sfilate. In questi mesi abbiamo infatti assistito a diversissime interpretazioni di défilé digitali, ma la soluzione attuata da Giuliano Calza e il suo brand va decisamente oltre.

Ogni anno c’è un’eccitazione diversa, ma questa volta è stato completamente diverso. Ero solo a Milano e non circondato dal team glam con cui sono abituato a progettare quello che succederà. Però avere la possibilità di dipingere il volto di un alieno è stata un’esperienza impagabile. Mi è stato dato un pennello e con esso ho potuto creare un mondo intero.

 Giuliano Calza, direttore creativo GCDS

Non una semplice diretta streaming, ma un’immersione totale in un mondo fantastico, reso possibile dall’esperienza del team di ingegneri Emblematic con il supporto dell’artista Thomas Webb e del regista Jeron Braxton. Niente modelli e modelle che solcano la passerella, né tantomeno influencer, buyer e addetti stampa in prima fila, ma creature immaginarie, umanoidi in CGI, alieni ispirati a Gigi Hadid e persino gli avatar di Chiara Ferragni, Fedez, Dua Lipa e Gilda Ambrosio in front-row. Tutto meravigliosamente virtuale.

Ah sì, non dimentichiamoci che in tutto questo sono stati anche presentati i nuovi capi d’abbigliamento e accessori del marchio, tra giacche asimmetriche, mini dress e una capsule collection dedicata a Rick & Morty.