Fashion

Giorgio Di Salvo rimette mano sui tentacoli di Octopus

Articolo di

Ruben Di Bert

L’uscita di VNGRD, il libro edito da Rizzoli che fa da archivio completo della produzione grafica e stilistica dell’omonimo brand based in Milan, è stato il mezzo perfetto con cui ripercorrere una delle pagine più importanti dello streetwear Made in Italy.

Uno dei momenti che sicuramente meritano una particolare attenzione è stato quello del 2006, quando Giorgio Di Salvo ideò l’iconico motivo con i tentacoli che nel 2012 spinse IUTER a gettare le basi su cui è stata eretta la sua cult label Octopus.

Si può dunque considerare un cerchio che si chiude quello che oggi vede Octopus celebrare il suo heritage attraverso una collaborazione proprio con Giorgio Di Salvo, colui che per l’appunto inventò il tratto distintivo del marchio.

Il designer ha quindi firmato una capsule collection esclusiva in cui la grafica viene rielaborata a 15 anni di distanza dalla sua nascita. Hoodie e t-shirt in cotone open end ad alta grammatura sono la tela su cui la stampa viene ridisegnata con lo stile dei tribali cari all’estetica anni Novanta e un filo spinato ispirato alla cultura dei tattoo. 

Le diverse colorazioni in cui sono declinati i capi verranno rilasciate in 100 unità numerate il 22 marzo negli store One Block Down di Milano e Roma, mentre dal 24 dello stesso mese avverrà la release online