I fondatori di Acne Studios sono pronti a vendere

Articolo di

Edoardo Buscaroli

Secondo wwd.com, Jonny Johansson e Mikael Schiller, fondatori di Acne Studios, starebbero valutando la cessione di una quota di maggioranza della società.

La vendita non è solo un’ipotesi, ma bensì un piano ben più concreto, tanto che si vocifera che i due abbiano già affidato a Goldman Sachs il compito di sondare il mercato degli investitori. Sembrerebbe infatti che il colosso d’affari abbia già avviato le trattative da alcuni mesi con l’obiettivo di formalizzare il tutto entro l’estate.

Secondo gli esperti del settore, la società con sede a Stoccolma, che genera un fatturato annuo di oltre 200 milioni di euro, potrebbe essere “preda” ambita per l’ormai iconico stile, molto apprezzato dai mercati internazionali, tanto da stuzzicare il palato anche di fondi di private equity asiatici ed europei. Sempre secondo i rumors però, il management vorrebbe comunque rimanere coinvolto all’interno del nuovo progetto.

Nata Stoccolma nel 1997  come espressione di un collettivo attivo in vari ambiti creativi, Acne Studios – il cui nome deriva dall’acronimo Associated Computer Nerd Enterprises – è diventata un’azienda indipendente nel 2006, evolvendosi da denim brand a realtà incentrata su un prêt-à-porter contemporaneo. Nella sua storia vanta collaborazioni con designers importanti, quali Lanvin.

Con l’ingresso di nuovi investitori il brand si evolverà positivamente o perderà lo stile che lo ha reso noto in questi anni? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti.

prossimo articolo

Sono arrivate le Vans Old Skool Flame 2.0