Fashion

Il grunge è tornato di moda grazie a Twilight

Articolo di

Giorgia Monti

Bella Swan ed Edward Cullen sono i nuovi Kurt Cobain e Kourtney Love.

Non è una novità che le tendenze tornino ciclicamente e si impongano nel panorama moderno, ma mai avremmo pensato che il grunge sarebbe tornato dai polverosi anni ’90 per merito di Twilight. La moda ha sempre rappresentato una via di fuga da una realtà spesso noiosa e ordinaria e quale storia migliore di questa, fatta di intrecci amorosi e avventure soprannaturali, poteva essere d’ispirazione per la riscoperta di una delle tendenze più sovversive che conosciamo. A distanza di ben quattordici anni dall’uscita nelle sale del primo capitolo della saga, sembra che la Gen Z stia unendo il suo amore per il second hand a un’estetica fairy grunge. Potrebbe sembrare insolito, ma del resto la nostalgia rappresenta una chiave di lettura creativa molto forte per questa generazione, non a caso, infatti, lo stile predominante del momento appartiene agli anni 2000. Quello che sappiamo per certo è che questa rivisitazione del grunge, proprio come è successo al trend del Y2K, ha già iniziato la sua rapida ascesa su TikTok: l’hashtag “Twilightcore” conta già 40 milioni di visualizzazioni.

A distanza di anni il merito di questo rinnovato successo si deve anche a Netflix, che lo scorso autunno ha aggiunto i film al suo catalogo cinematografico rapendo così i cuori dei telespettatori più giovani che ancora non avevano vissuto l’amore tormentato di Bella ed Edward o l’eterna faida tra vampiri e lupi mannari. Diversi sono stati poi i rumors riguardanti l’uscita di un nuovo film e nella speranza che questo accada, gli appassionati proprio su TikTok si divertono a creare look ispirati a quelli dei protagonisti o semplicemente a ricordare alcune delle scene più emblematiche che hanno consacrato il film a cult generazionale.

Un punto di forza sta poi nel fatto che gli outfit a cui gli utenti si ispirano sono facilmente accessibili e alla portata di qualsiasi armadio; la stessa costumista dei film, Wendy Chuck, ha raccontato di aver vestito i protagonisti con capi trovati in negozi vintage e thrift shops di Portland. Se la storia teen drama fantasy è sopra le righe e riconoscibile, la sua moda è invece pensata per essere raggiungibile, forse nel tentativo di umanizzare, almeno in parte, i protagonisti. Bella Swan, di poche parole e con il viso imbronciato, rappresenta perfettamente quello stile che una volta veniva definito tumblr e che era un requisito fondamentale per le ragazze tormentate di metà anni duemila. Corsetti, pizzi e merletti delle damigelle in difficoltà che corrono tra le braccia del loro amato per farsi salvare, sono stati rimpiazzati da camicie di flanella, jeans a vita bassa e converse nere. Gli abiti, del resto, rappresentano la misteriosità del personaggio stesso, sono un modo per potersi nascondere sotto un layering fatto di magliette: anche questo ci fa riassaporare il grunge degli anni ’90. Lo stesso vale per la controparte maschile, Edward Cullen si veste senza nessun tipo di feticismo vampiresco sexy, ma potrebbe passare per un qualsiasi liceale alle prese con i problemi della vita (e invece ha più di cento anni). Per cui, ciò che ha fatto interessare i neofiti alla saga di Twilight è stata una spiccata riconoscibilità nelle emozioni dei protagonisti e nel loro abbigliamento, soprattutto poiché facilmente ricreabile: oggi se parliamo di moda, temi come il riutilizzo o la sostenibilità sono all’ordine del giorno per i compratori più giovani.

Cos’è quindi il grunge nel 2022? Se da un lato c’è chi rimane fedele a quell’estetica primordiale aggiungendo qualche influenza della cultura pop moderna, dall’altro, invece, c’è chi ha deciso di dare a questa tendenza una visione mistica e sovraumana. Il desiderio di rivisitare il fantasy e di evadere dalla realtà ha in questo caso messo le ali e si è manifestato come una vera e propria fata gotica. Per alcuni, jeans strappati e t-shirt non sono abbastanza e il “Twilightcore” viene affiancato al “fairygrunge“. Colori neutri, della terra e della natura e le ispirazioni sono infinite: il vintage, la regalità di corte, la fluidità di genere, così come l’esoterismo e la stregoneria. L’amore per l’estetica goth ed emo in questo caso si unisce alla passione per il misticismo e lo spiritualismo. Gli amanti di quest’estetica indossano gonne eteree, camicie con ricami in pizzo, calze strappate e scaldamuscoli ispirati al balletto. Alcuni fanno un ulteriore passo avanti aggiungendo ali e orecchie appuntite per completare il look fatato.

È di nuovo grazie a spazi come TikTok, che ha il superpotere di dare voce agli utenti, che ogni visione estetica è libera di presentarsi: ciò che riaffiora oggi è un richiamo allo stile personale, alla libertà di espressione e al consumo etico della moda. Le tendenze di ieri tornano oggi, ma secondo la visione del nuovo pubblico che lo declina attraverso i suoi gusti e le sue esigenze.