Sport

Il “Nuovo Rinascimento” continua con il restyling del logo della FIGC

Articolo di

Fabrizio Giuffrida

L’estate meravigliosa dello sport italiano è giunta al termine, ma la voglia di innovazione e di vittorie non ha in alcun modo abbandonato le nostre federazioni. In particolare nel calcio, il “Nuovo Rinascimento”, campagna cominciata con il lancio delle maglie verdi realizzate da Puma, sta portando con sé tante novità e una di queste è senza dubbio il nuovo logo istituzionale della FIGC.

Il nuovo logo della FIGC presentato ieri a Milano

Nella giornata di ieri è stato presentato il nuovo Crest istituzionale della FIGC, disegnato dall’agenzia creativa Italia Independent di Lapo Elkann, seguendo il trend di Francia, Belgio e Spagna di distinguere in modo forte il logo delle nazionali da quello delle federazioni. Il nuovo logo fa parte del processo, fortemente voluto dal presidente della federazione Gravina, di ammodernamento del calcio italiano con l’obiettivo chiaro di migliorare il più possibile la Federazione attraverso l’inclusività e le vittorie sportive.

Il logo prende ispirazione dai vecchi palloni di pelle del calcio dei primi decenni del secolo scorso. All’interno del cerchio blu e oro, troviamo due tricolori insieme alle scritte FIGC e ITALIA. Fanno parte del logo anche le quattro stelline, in blu nella parte superiore, che rappresentano i quattro campionati mondiali conquistati dalla nostra Nazionale nell’arco della sua storia.

Il Presidente della FIGC Gabriele Gravina insieme al presidente di Independent Italia, Lapo Elkann.

Durante l’evento di presentazione, il presidente della Federazione Gabriele Gravina, ha dichiarato:

La Nazionale ha vinto sul campo, ma ha una grande squadra che la supporta fuori dal terreno di gioco che è contraddistinta dalla stessa passione e dalla medesima professionalità. Oggi abbiamo un nuovo simbolo in cui riconoscersi, che parte dalla nostra tradizione e si proietta verso le sfide del futuro. Lavoriamo ogni giorno per una FIGC sempre più moderna: siamo consapevoli che lo sviluppo del calcio passi anche attraverso una crescita culturale che stiamo promuovendo in tutti i settori del nostro mondo. Desidero ringraziare Lapo e Independent Ideas per aver interpretato al meglio le motivazioni che contraddistinguono il nostro lavoro.

La Nazionale Italiana si gode quindi il suo momento d’oro, prestando attenzione però all’avvenire del movimento e allo sviluppo di tutto l’ecosistema calcio, così che le “Notti Magiche” possano continuare ancora in futuro.