Il Sunday Service di Kanye West potrebbe essere presto un marchio registrato

Articolo di

Roberta Gervasio

Dall’esibizione del 2016 al Saturday Night Live, per Kanye West si è aperta una nuova strada nel suo far musica. L’atmosfera suggestiva ricreata da cori gospel e sonorità molto particolari ha fatto sì che, a Pasqua di quest’anno, venisse ripetuta al Coachella Festival.

In concomitanza, venne venduto un merchandising molto particolare, chiamato proprio “Sunday Service” che, vantando una gamma variabile di prezzi, presentava  t-shirt, longsleeve, crewneck, calzini, poncho e pantaloni della tuta.

Secondo TMZ, Kanye West avrebbe intenzione di rendere il Sunday Service un marchio registrato, in questo modo se ne garantirebbe l’uso unico su tutti i capi di abbigliamento e accessori già rilasciati, e che potrebbero essere lanciati ancora in futuro.

Non è comunque la prima volta che l’artista si muoverebbe in questo senso. Il documento firmato in data 19 Luglio è stato presentato dal gruppo Mascotte Holdings, lo stesso che già fece registrare: “Yeezus” ,“Yeezy”, “Red October”, “Yandhi”, “Calabasas Clothing”, “Donda”, “Half Beast” e “Kanye West”.

Ma perché tutto ciò?

Il merchandising è un’enorme fonte di guadagno. Nel marketing assume anche il significato di utilizzare l’immagine di un prodotto famoso per venderne un altro. Sfruttandone la notorietà, infatti, si potrebbe usare il potere carismatico di certe frasi (come, ad esempio, “Yeezus” o “Sunday Service”) per riprodurlo su altri item e trarne profitto.

Dunque, dagli anni ’60 in poi, è nata l’esigenza di giustificarne il valore giuridico per salvaguardarne l’uso corretto. Ricostruendo il concetto di “marchio” si è ammesso che alcuni di essi, per fama o per capacità di influenzare, fossero meritevoli di registrazione per consentirne un uso anche al di fuori dei contesti in cui sono nati. Affinché ci guadagni sia chi lo utilizza sia chi l’ha registrato. Il marchio può essere applicato a un logo, a una frase, a un nome, a un protagonista di serie tv.

Al momento non ci resta che aspettare e capire se la sua richiesta verrà accettata.

prossimo articolo

Le migliori pubblicità televisive prodotte da Nike