Talks

In Egitto vogliono costruire una nuova piramide

Articolo di

Greta Scarselli

In Egitto hanno progettato una nuova piramide con l’obiettivo di realizzare la prima città al mondo dedicata interamente al turismo spaziale e alla ricerca scientifica.

Tutera City, anche chiamata la città invisibile, nasce da un’idea dell’architetto Ashraf Abdel Mohsen, che ha scelto di reinterpretare la grandezza e l’eleganza dell’antica civiltà egizia per traslarla nel mondo moderno.

La piramide è alta 650 metri, con una base di 1000 metri, ben quattro volte più grande di quella di Cheope e conterrà al suo interno un’intera città, la cosiddetta “città invisibile”. Tra la superficie interna ed esterna saranno infatti “nascosti” 10 quartieri residenziali e 3 ricreativi, in cui saranno presenti tutti i servizi necessari per la popolazione. Al centro, invece, il più grande osservatorio astronomico al mondo, con un gigantesco centro di ricerca sotterraneo. 

Il progetto non è stato pensato per imitare la civiltà egizia, bensì per celebrarla e riportarla ai giorni nostri, dandole il suo scopo originario, ovvero quello di avvicinare l’uomo al cielo. La costruzione verrà realizzata esattamente come l’avrebbero fatta gli antichi egizi, ma utilizzando strumenti e tecnologie moderne.

L’edificio, ispirato nel design alla piramide del re Khufu a Giza, è la prima città pensata per la ricerca scientifica e destinata al turismo. Trovate qui sotto le prime foto del progetto.