Sport

Inter e Moncler hanno collaborato con Daniel Arsham

Articolo di

Claudio Pavesi

La partnership tra Inter e Moncler è uno dei simboli dell’apertura di calcio e moda nei rispettivi mondi, una trasformazione che sta pian piano toccando molti club e brand sempre più diversi. Inter e Moncler sono stati tra i primi a portare avanti questo legame, creando un binomio totalmente Made in Italy che ha dato origine a prodotti formali e altri più casual.

Arrivati ormai a tre anni dall’origine di questo legame, Moncler e Inter danno il benvenuto a un nuovo partner d’eccezione, l’artista americano Daniel Arsham, con cui è stata creata una serie estremamente limitata di leggeri piumini. Arsham ha infatti messo mano a uno dei prodotti più riconoscibili di Moncler, la shirt-jacket in nylon trapuntato, personalizzandola con la sua lettera A, il Biscione tipico dei Nerazzurri e la M del brand di abbigliamento.

Daniel Arsham aveva già realizzato dei palloni nerazzurri con il suo tipico trattamento a ricreare fossili e cristalli. Questa volta l’artista ha portato avanti un progetto diverso, maggiormente legato alla moda e al prodotto, fortificando il suo legame con Moncler e l’Inter che a sua volta è diventata la prima squadra di calcio a collaborare con Daniel Arsham e il suo prestigioso studio. Ovviamente la collaborazione con l’artista visuale non si limita a una giacca, ma include un’ampia gamma di capi e accessori per adulti e bambini, tra cui anche un dolcevita, una sciarpa e un berretto con i loghi Moncler e Inter.

Questa capsule collection, presentata visivamente negli scatti di Teo Poggi a Yann Aurel Bisseck, Matteo Darmian, Ajara Nchout, Benjamin Pavard, Flaminia Simonetti, Marcus Thuram e l’allenatore Simone Inzaghi, verrà presentata in occasione della partita casalinga dell’Inter contro la Roma del 29 ottobre, medesima occasione in cui Moncler porterà avanti un totale takeover dello stadio Giuseppe Meazza.

La collezione è invece disponibile da oggi, 28 ottobre 2023, su moncler.com e presso la boutique Moncler Galleria Vittorio Emanuele II.