Music

Kanye West ingannò Taylor Swift con l’uscita di “Famous”

Articolo di

Greta Scarselli

La storia del litigio tra Kanye e Taylor Swift è andata avanti per anni, accompagnando le carriere dei due artisti fino all’uscita di “Famous” nel 2016, una faida di cui oggi ci troviamo a parlare di nuovo.

Quel brano, in cui Kanye offese Taylor parlando di sesso e del successo che lui le avrebbe regalato con l’interruzione sul palco degli MTV, distrusse la reputazione della cantante, che ha subito per tutti gli anni a venire le offese e pregiudizi dei fan.

I feel like me and Taylor might still have sex / Why? I made that bitch famous

Kanye West in “Famous”

Oggi, dopo anni di tira e molla per capire chi avesse ragione in quella storia, è venuta fuori la chiamata integrale – prima uscita solo in parte – che Kanye avrebbe fatto a Taylor, avvertendola e chiedendole il permesso di far uscire quel brano con annesso video che avrebbe riportato la statua di cera della cantante nuda, sdraiata a fianco di altre figure note. Ciò che emerge adesso però, è che Taylor non si era mostrata molto d’accordo sulle frasi inerenti al sesso e che Kanye non aveva assolutamente nominato l’intenzione di pronunciare le parole “I made that bitch famous”.

Taylor si è quindi presa per anni l’odio del pubblico, convinto che lei sapesse a cosa andava in contro, mentre oggi, a 4 anni di distanza, per la giovane cantante sembra esser stata fatta giustizia. Qui sotto potete trovare la chiamata integrale tra i due.

https://twitter.com/i/status/1241211618056228864
https://twitter.com/i/status/1241215262277263361
prossimo articolo

Tra un beat e l’altro Travis Scott ha mostrato la sua Nike Air Max 270 React ENG