Fashion

Kanye West reinventa Yeezy Supply. Un nuovo modo di fare shopping online

Articolo di

Edoardo Cavrini

Era il 2004 quando un giovane Kanye West si affacciava per la prima volta sul panorama della musica come artista e non più come produttore. Dall’uscita di “The College Dropout”, la visione del poliedrico creativo è andata ben oltre gli orizzonti del rap, elevando e innovando in maniera unica l’ormai obsoleto sistema moda. Tra momenti di alti e bassi, Kanye è stato in grado di reinventarsi e reinventare tutto ciò che lo circondava e ora è pronto a riscrivere i canoni legati al mondo dello shopping online.

In una ricca giornata di novità, soprannominata da Kanye stesso #WESTDAYEVER, abbiamo avuto modo di avere un assaggio di tutto quello che Mr. West ha in cantiere per i suoi fan. Oltre all’arrivo di una nuova edizione interamente prodotta da Dr. Dre di “Jesus is King”, dello show animato di Kids See Ghosts realizzato da Takashi Murakami e l’annuncio della partnership con GAP, sono comparse le prime informazioni riguardanti la nuova versione di Yeezy Supply.

Con l’aiuto di Nick Knight, noto fotografo e film-maker già visto al fianco di Kanye per l’uscita di “Jesus is King Movie”, l’artista ha deciso di aggiornare e stravolgere gli standard dell’online. 

Volevamo rendere internet uno spazio più umano. La concezione che tutti hanno del web è legata a un’idea piatta e bidimensionale. Internet è però anche il mezzo più immediato per connettere persone in tutto il mondo: e se lo usassimo anche per conoscere coloro che stiamo guardando sullo schermo?

Nick Knight a Fast Company

Partendo dall’analisi di siti estremamente funzionali la cui navigazione era incentrata sull’acquisto del prodotto in vendita, senza tenere in considerazione l’aspetto artistico, Kanye ha scelto di cominciare a lavorare utilizzando un nuovo approccio: prendere ispirazione dagli elementi apparentemente meno attraenti

L’immagine di partenza del nuovo progetto

La reinventata versione di Yeezy Supply sarà contraddistinta da un’estetica mai vista prima, i prodotti acquisiranno profondità grazie all’eliminazione di foto standard e alla possibilità di far indossare i diversi capi, in tutte le combinazioni possibili, a persone comuni. Proprio come all’interno di un videogioco, il cliente potrà scegliere tra una vasta gamma di corpi da vestire, donando allo stesso tempo importanza all’ “avatar” grazie a una breve narrativa che ripercorre la vera storia di comuni pompieri, infermiere e insegnanti trasformati da West in modelli.

Da un punto di vista estetico, Kanye voleva eliminare la presenza del bianco e del nero, forme spigolose come box e linee rette a favore di gradienti più colorati e immagini più grandi possibili.

Nick Knight a Fast Company

Vi lasciamo alla presentazione e all’intervista in cui Nick Knight racconta come si è sviluppato il lungo percorso di restyling di Yeezy Supply.

prossimo articolo

Gucci: via dai negozi multibrand