Kendrick Lamar lancia la pgLang, ma cos’è?

Articolo di

Matilde Manara

Ieri Kendrick Lamar ha sorpreso i suoi fan eliminando tutti i post presenti sul suo profilo Instagram, per sostituirli con una triade di immagini pubblicitarie riguardanti un nuovo progetto: la pgLang.

Con il tour estivo – completo di data in Italia – appena annunciato e il nuovo album in produzione, Kendrick ha decisamente tolto il respiro a migliaia di fedeli sostenitori che, davanti a questa piccola rivoluzione del suo account, hanno immediatamente ipotizzato si trattasse del seguito del suo ultimo colossale disco “DAMN“, uscito nel 2017.
Con malinconico disincanto, però, si è presto chiarito che non fosse il suo nuovo album l’oggetto di tanta attenzione, ma qualcos’altro.

Non è un disco, non è un singolo, non è un etichetta, ma allora cos’è la pgLang? Il rapper di Compton non ha dato nessuna apparente informazione riguardo la natura del suo nuovo impegno, ma aprendo il sito web, che lui stesso ha lasciato come unica didascalia dei tre post, si può scoprire qualcosa in più riguardo a questo ambizioso progetto.

Visualizza questo post su Instagram

pg-lang.com

Un post condiviso da Kendrick Lamar (@kendricklamar) in data:

Visitando il sito, infatti, capiamo che pgLang è una società di servizi specializzata in musica, film, televisione, arte, libri e podcast, con un motto molto chiaro: regalare storie che parlano a molte nazioni, molte razze e molte epoche.

Per Kendrick la pgLang è un grande contenitore in cui includere i migliori scrittori, cantanti, registi, musicisti e produttori al fine di dare loro un trampolino di lancio reale.

La nostra comunità parla il linguaggio della musica, dei film, della televisione, dell’arte, dei libri e dei podcast, perché talvolta dobbiamo usare linguaggi differenti per farci capire.

pgLang

Il rapper della Top Dawg Entertainment ha rilasciato una vera e propria dichiarazione d’intenti attraverso un video di quattro minuti, scritto e diretto dal partner Dave Free, in cui compaiono anche Jorja Smith e Baby Keem, sul sottofondo di “Jump 2”, un brano inedito di quest’ultimo in collaborazione proprio con Lamar.

prossimo articolo

Paolo Banchero giocherà nella Nazionale Italiana