Kodak Black rischia 10 anni di prigione per una menzogna

Articolo di

Greta Scarselli

Kodak Black è ancora nei guai e rischia una condanna massima di 10 anni di prigione.

Il rapper, dopo l’arresto avvenuto sabato scorso, si trova ad affrontare una pena massima di 10 anni per presunta menzogna al fine di ottenere un’arma da fuoco. In aggiunta dovrà pagare una multa di 250.000 dollari e stare tre anni sotto controllo una volta uscito.

È ormai dal 2015 che Kodak entra ed esce di prigione e se non ha imparato adesso, probabilmente non lo farà mai. Stavolta il rapper è stato arrestato mentre si stava dirigendo al Rolling Loud, a cui, per forza di cose, non si è mai presentato.

Ciò che è successo è molto semplice, il 21enne non avrebbe il diritto di possedere armi da fuoco, in quanto precedentemente incriminato per violenze sessuali, ma al momento in cui si è trovato a compilare il modulo che gli avrebbe garantito l’acquisto di ciò che voleva, ha capito che l’unico modo per portarsi a casa quell’arma sarebbe stato mentire.

Kodak ha infatti risposto con un semplice “no” nel punto in cui gli veniva chiesto se fosse sotto accusa per qualche crimine, ma l’inganno è andato avanti per poco e al momento si trova dietro le sbarre in attesa dell’udienza di questo pomeriggio. Vi terremo informati sulle novità.

prossimo articolo

Off-White ha rilasciato una capsule collection a tema graffiti in esclusiva per FWRD