Music

Kodak Black su Biggie e Tupac: “sono leggende perché sono morti”

Articolo di

Greta Scarselli

Kodak Black ha voglia di sollevare polemiche e a quanto pare ci riesce proprio bene.

Dopo aver infastidito Young M.A. per il suo orientamento sessuale, cosa che nel 2019 dovrebbe essere superata alla grande, e aver comunicato al mondo che avrebbe preferito se Lil Wayne fosse morto da bambino, Kodak è tornato sui social, stavolta smuovendo dalla tomba Biggie e Tupac.

Con il suo mixtape “Lil B.I.G. Pac” aveva già messo le mani avanti, ma ora il rapper è stato fin troppo esplicito. Ha iniziato con “Sono il rapper più forte del gioco, lo prometto” ed ha concluso dicendo di meritarsi di essere menzionato vicino ai nomi massimi dell’hip hop, quali Biggie, Tupac e Nas. Il pubblico, ovviamente, è stato poco d’accordo con questa affermazione e Kodak Black a rincarato la dose in una Instagram Live.

La gente prova a dire, oh, non posso inserirmi nella categoria di Tupac e gli altri. In realtà, io sono meglio di loro n*gga. Sai perché? Perché io vivo quello di cui rappo. Loro erano solo leggende perché sono morti.

Sembra che il rapper non si senta capito dalla scena, ma anche se la sua musica non viene apprezzata come dovrebbe, questo non è sicuramente il modo migliore per far sì che le cose cambino.