Kodak Black: la cauzione equivale al suo patrimonio

Articolo di

Greta Scarselli

Kodak Black, durante l’udienza riguardante il suo arresto di sabato scorso, si è dichiarato non colpevole delle accuse che gli sono state rivolte.

Ora il rapper si trova di fronte ad un problema più ampio, la somma che gli è stata chiesta per uscire di prigione su cauzione – evitando così i 10 anni di carcere, tre di libertà vigilata e 250.000 dollari – ammonta ad un totale di 550 mila dollari. La cifra è molto alta, ma ciò che cade all’occhio è il fatto che, se andiamo a vedere il patrimonio netto posseduto dal rapper, raggiunge appena i 600 mila dollari.

Le accuse rivolte contro Kodak Black sorgono da una menzogna, ovvero aver dichiarato il falso, per ben due volte, nel momento dell’acquisto di armi da fuoco. Essendo stato precedentemente incriminato per violenza sessuale, il rapper non aveva il diritto di possedere armi.

Quindi, ricco e in prigione o povero ma libero? Sembra che Kodak e il suo legale abbiano tutto sotto controllo. Il rapper utilizzerà la sua casa in Florida come garanzia per la somma che dovrà versare per uscire di prigione. Nel frattempo il suo avvocato continua a sostenere che i documenti falsificati da Kodak sarebbero fuorvianti, in quanto utilizzano termini legali difficili da interpretare. Vi faremo sapere come andrà a finire.

prossimo articolo

Air Jordan III “Tinker Hatfield”: torna il modello ispirato allo sketch originale