Talks

La Porsche 996 gonfiabile di Chris Labrooy e Garage Italia

Articolo di

Edoardo Cavrini

Si celebra quest’anno il 20esimo anniversario dell’arrivo di Porsche sul mercato cinese e, per festeggiare questo avvenimento, l’azienda automobilistica tedesca ha scelto di rivelare a Shanghai la sua prima Art Car ispirata ai giocosi e stravaganti lavori di Chris Labrooy.

L’artista di origini scozzesi, specializzato in graphic design e manipolazioni 3D, è riuscito a farsi largo all’interno del mondo social grazie alle opere appartenenti alla serie intitolata “Tales of Auto Elasticity” in cui, grazie a una spiccata visione creativa, Chris prende e manipola le più riconoscibili autovetture distorcendole e inserendole in ambienti surreali. Questo è quanto successo anche con la Porsche 911, apparsa per la prima volta nel 2018 sul profilo Instagram dell’artista, e diventata ora realtà nella sua quarta generazione, la 996, grazie all’aiuto di Garage Italia.

È successo infatti che l’anno scorso Ted Gushue (editor in chief di Type7) e Carlo Borromeo, direttore del centro stile di Garage Italia, hanno proposto il progetto a Porsche, la quale ha scelto di portare a compimento il concept di Chris Labrooy riadattandolo alla scocca della 996 (quarta generazione della 911), la prima automobile venduta in Cina.

Per far sì che l’Art Car vedesse la luce, il team di Garage Italia ha lavorato su più fronti: prima sviluppando e realizzando un apposito supporto gonfiabile per la vettura, poi prototipando e modificando tutta la carrozzeria della Porsche per adattarla alla forma del cigno. Ha preso così vita la Porsche 996 Swan, la prima macchina fisica di Labrooy, dopo gli infiniti modelli realizzati in digitale.