La storia delle sneakers: Nike Air Max 98

Articolo di

Vittorio Tomasella

Rilanciate quest’anno per il loro 20° anniversario, oggi vi raccontiamo la storia delle Nike Air Max 98, modello che ora è avvolto da un grande hype, ma che ha alle spalle un passato “oscuro”.
Le Air Max 98 escono nel Febbraio del 1998 e cercano di cavalcare il successo delle AM97. Il design, firmato Sergio Lozano, non ottengono però il successo voluto da Nike, forse anche a causa del boom avuto l’anno precedente dalle due varianti “Silver” e “Gold” delle citate Air Max 97, che avevano conquistato il mondo, in particolar modo il mercato italiano.

Le Nike Air Max 98 vennero accolte con scetticismo e finirono ben presto sugli scaffali a prendere la polvere, nonostante fossero indossate dai grandi sportivi sponsorizzati Nike, come Ronaldo. L’insuccesso fu probabilmente causato dalle Air Max 97, la cui forma geniale era sinonimo di aerodinamicità e versatilità, mentre la 98, che vantava la stassa unit-sole, era solo una versione più robusta e voluminosa, quasi una “dad shoe“, probabilmente troppo in anticipo sui tempi.

Nonostante lo scarso successo, il modello uscì in varie colorway e alla fine riuscì, ma senza grandi picchi, a migliorare le sue performance di vendita, in particolar modo in Giappone. La colorazione più famosa resta sicuramente la “Gundam“, nome dovuto ai colori che richiamano il noto anime giapponese.

Durante l’autunno dello stesso anno, Nike decise di correre ai ripari mettendo in secondo piano le Air Max 98 – che già riempivano gli scaffali delle sezioni saldo – per puntare con decisione sulla AM98 TL, variante caratterizzata da una Air-Unit full-length e da intersuola in Phylon, che risultava estremamente confortevole e più elegante rispetto alla 98 tradizionale. Il successo arrivò rapidamente.

Ma la vera rivincita delle Air Max 98 arriverà 18 anni dopo quando Supreme – brand non nuovo nel selezionare modelli di scarpe privi di hype – le sceglierà per una delle collaborazioni più belle con Nike. La scelta fu un bel modo per far aprire gli occhi su un modello decisamente sottovalutato in passato.

P.S. In molti non sanno che la versione da bambino delle Air Max 98 era caratterizzata dalla suola delle Air Max 95.

prossimo articolo

Nike è pronta a rilasciare una nuova iterazione delle Air Force 1