Fashion

La tote bag di Saint Laurent costa 55€ ed è già la preferita dei social

Articolo di

Leonardo Brini

Se c’è un argomento che appassiona e infiamma gli animi dei più giovani, c’è sicuramente quello che riguarda le borse da lavoro, più in particolare le tote bag. Che sia per recarsi in ufficio tutte le mattine, oppure in biblioteca a studiare per gli esami dell’università, tantissimi ragazzi e ragazze sono alla costante ricerca della tracolla perfetta per contenere tutto il necessario e allo stesso tempo essere sempre alla moda.

Tra chi preferisce spendere di più e investire in una “designer-bag” da poter utilizzare anche in altri contesti e chi invece rimane fedele al sempre funzionale zaino in spalla, la vincitrice indiscussa di questa competizione è ormai da anni la tote bag, la versatile busta in tela stampata con scritte o grafiche colorate.

Nonostante la miriade di versioni già disponibili sul mercato, più o meno appariscenti e con un’infinità di dettagli differenti (che vanno dalle tasche aggiuntive ai materiali più stravaganti), il mondo dei social, specialmente TikTok, sembra aver perso la testa per la nuova borsa in tela rilasciata da Saint Laurent per la linea RIVE DROITE.

Il nuovo prodotto si presenta come una tote bag tradizionale, alcune versioni realizzate con una percentuale di cotone riciclato, ma arricchita da una stampa leopardata (in due colorazioni differenti) oppure da una serie di scritte, segno distintivo degli articoli della collezione RIVE DROITE. Cosa c’è quindi di così speciale da far impazzire tantissime ragazze al punto di far andare sold out tutte le sei versioni disponibili sul sito?

Il primo punto di forza è sicuramente il prezzo (55€), relativamente basso rispetto a qualsiasi altro accessorio o borsa del brand ma più alto della media di una qualsiasi tote bag che si può trovare in commercio. Ma il vero “vantaggio” nell’acquisto è l’esperienza stessa: la busta in tela viene infatti spedita a casa con un packaging curatissimo ma soprattutto identico a quello dei prodotti più costosi della maison parigina. Chiunque la compri ha così l’illusione di essere in possesso di un oggetto di lusso, anche se di esclusivo non ha assolutamente nulla (nonostante il sold-out) se non il fatto di essere prodotta da Saint Laurent.

@carlacarnicella Se qualcosa va virale su Tiktok, io lo compreró! #yvessaintlaurent #saintlaurenttotebag ♬ suono originale – carlambra

Con 1,7 milioni di visualizzazioni su TikTok, l’hashtag #saintlaurenttotebag dimostra quanto il pubblico della piattaforma sia interessato all’argomento, trasformando così il prodotto nel nuovo Graal di tutte le fashionista. Sono però le stesse acquirenti a riconoscere di essere state spinte all’acquisto dalla foga e dall’influenza dei video delle altre utenti, cadendo quindi in una perfetta “trappola” data dalla viralità dell’accessorio: più lo vedi e più lo vuoi.

Anche se attualmente sono quasi tutte sold-out, sul sito del brand è possibile lasciare la propria email per essere avvisati di un eventuale re-stock.