La verità che si nasconde dietro al documentario dei Club Dogo

Articolo di

Greta Scarselli

Ieri Island Records ha deciso di riportarci 6 anni indietro pubblicando diversi video e un documentario dei Club Dogo sul loro canale YouTube. Tutto molto bello, nostalgico, ma nessuno ha scritto che quella era la fine del trio che aveva fatto la storia.

Erano quattro anni che non vedevamo attivo il canale YouTube dei Club Dogo, poi è successo: sono iniziati ad apparire video dei concerti del 2015 all’Alcatraz e in un attimo ci siamo ritrovati travolti dai pezzi più iconici della gang milanese. Ci sono “All’Ultimo Respiro”, “Brucia Ancora”, “Il Mio Mondo, Le Mie Regole”, “Una Volta Sola”, ma l’esperienza più immersiva è arrivata con un video che solo i più appassionati, solo chi c’era, al tempo, può conoscere.

Club Dogo – Dogo in LA” è quello che possiamo definire a tutti gli effetti un documentario che racconta l’ultimo disco dei Club Dogo, “Non Siamo Più Quelli Di Mi Fist”. Il video era contenuto all’interno della deluxe edition del progetto in questione e quando lo abbiamo visto per la prima volta nel 2014 – forse – non eravamo ancora pronti per la fine dei Dogo. Ma cosa è successo in quegli anni?

Gli effetti del doppio platino di “P.E.S.” furono incontrollabili. Il successo dà e toglie, sposta i binari e diversifica gli obiettivi: questo erano i Club Dogo, un trio di individui che iniziavano a stare stretti l’uno accanto all’altro. In mezzo alla loro musica si infilarono i contratti, le responsabilità, le aspettative di un disco sempre migliore e un livello di tensione talmente alto da spingerli ad affrontare la situazione da soli, piuttosto che insieme. 

Il video questo non lo dice, si ferma all’apparenza, mostra immagini vere ma che si scostano dal contesto in cui i Club Dogo si trovavano, o forse lo raccontano così bene proprio perché lontani da tutto ciò che aveva incrinato il loro rapporto?

Gué, Jake e Don Joe sapevano bene cosa stavano andando a fare negli Stati Uniti, dovevano chiudere quel disco – l’ultimo in contratto con la Universal – e dovevano farlo bene, perché nonostante avessero capito ormai che i Club Dogo erano finiti avevano delle responsabilità verso quei quindici anni di musica, storia e amicizia.

La tensione si è subito smorzata, anzi, sentiamo proprio che questo sarà forse uno dei nostri dischi più potenti. 

Don Joe in “Dogo in LA”

E in effetti non scherzavano. “Non Siamo Più Quelli Di Mi Fist” ha anticipato tutto ciò che stava per succedere, mettendo insieme sound nuovi ma mantenendo quell’attitudine da Dogo fieri che ha permesso loro di uscire dalla scena a testa alta.

In “Club Dogo – Dogo in LA” i brani “Dicono Di Noi” e “Soldi” prendono forma davanti ai nostri occhi e il video di “Weekend” viene girato nella villa di Vasco dove i tre alloggiavano per conto dell’etichetta. Si vedono gli scatti reali che hanno dato vita alla cover del disco, gli ultimi in cui abbiamo visto i tre uno a fianco all’altro per fare qualcosa di grande.

La loro amicizia non è finita, o almeno non del tutto. Non ci sono mai stati litigi, niente ha mai rotto effettivamente il legame che teneva uniti i Club Dogo e ad oggi potremmo dire che il trio non si è ancora sciolto. Tornati dall’esperienza in California, infatti, i Dogo hanno fatto il loro tour dell’album ed è con quell’ultima tappa che hanno scritto la parola fine a quel capitolo senza però mettere il punto.