Le raffle per le maglie dei calciatori combattono il COVID-19

Articolo di

Marco Grassi

L’ultima iniziativa solidale per la raccolta fondi in favore della lotta al COVID-19 è quella organizzata da Shirtum.

In queste ore, attraverso il sito Shirtum.com, si può partecipare a varie raffle che mettono in palio più di 100 magliette offerte dai grandi dello sport. La particolarità di questa lotteria, che prende il nome di #TheBiggestGame, è la storia dietro a ogni casacca, un piccolo cimelio che ha segnato in qualche modo la carriera del calciatore. Infatti, per ogni maglietta messa in palio, c’è un breve video in cui l’atleta stesso racconta la storicità di quell’indumento e, soprattutto, l’ospedale a cui il giocatore ha deciso di destinare il ricavato.

Come funziona la Raffle?

Purtroppo non sappiamo spiegarci come un’iniziativa del genere sia impreparata dal punto di vista di UX del sito web, ma in questo caso poco conta. Le maglie disponibili sono pazzesche.

Ogni utente può decidere di partecipare a qualsiasi lotto in corso. Infatti, ogni maglia viene messa online per circa 20 giorni. Dopo averla scelta si passa alla fase in cui va ricaricato il portafoglio virtuale. Ogni token (il biglietto per partecipare) vale 5€, come in ogni lotteria, maggiore è la donazione, maggiori sono le opportunità di vincere.

L’unico metodo di pagamento è con carta di credito, non è consentito l’utilizzo di PayPal. Inoltre Shirtum garantisce, attraverso logiche di Blockchain, un immediato versamento del denaro all’ospedale scelto dai giocatori.

Un ulteriore garanzia la danno la quantità di campioni che si sono gentilmente schierati in favore di questa bellissima attività.

Virgil van Dijk dopo la vittoria in trasferta all’olimpico.

Quali sono le maglie più richieste?

È davvero difficile dire quali siano le più belle. Il catalogo, se così si può definire, è davvero vasto. Molte sono già state estratte; come la maglia di un derby della madonnina di Andrij Ševčenko donata da Marco Materazzi. Oppure la numero 9 di Vieri durante l’Europeo del 2004.

L’attaccante della nazionale italiana Christian Vieri festeggiato da Materazzi e da Di Vaio.

Sicuramente, tra quelle disponibili che stanno suscitando maggiore interesse, troviamo la maglietta di Ilicic, utilizzata nel pareggio casalingo della Dea contro i bianconeri, che sta raccogliendo più di 2.900€, e la maglia di Virgil van Dijk, utilizzata dall’olandese durante la semifinale di Champions League contro i giallorossi della Roma, che attualmente ha raccolto più di 3.200€.

Infine, la casacca che per il momento si trova al primo posto tra le più richieste, è quella di Paulo Dybala. L’argentino ha deciso di donare la divisa utilizzata durante l’ultimo match casalingo contro l’Inter. Una divisa importante per un’iniziativa importante. La maglietta presto avrà un nuovo proprietario, ma la vittoria sta nel fatto che per il momento ha raccolto più di 4.300€.

Dybala durante l’ultimo match con l’inter prima della sospensione del campionato

Il ricavato di queste tre magliette, scelto da tutti e tre i giocatori, è l’ospedale di Bergamo Giovanni XXIII. Uno dei più colpiti durante questa pandemia.

I ragazzi di Shirtum stanno realizzando una bellissima iniziativa che durerà ancora per molto tempo. Il progetto è, da quanto raccontano sul loro sito, di più ampio respiro e non possiamo dire che questa non sia un’ottima partenza.

prossimo articolo

Virgil Abloh ha annunciato l’arrivo di una nuova Off-White x Nike Dunk