Lil Yachty ripropone in “Nuthin’ 2 Prove” il sound di “Teenage Emotions”

Articolo di

Greta Scarselli

Lil Yachty ha rilasciato oggi “Nuthin’ 2 Prove“, il suo secondo album del 2018.

Il rapper statunitense non si è accontentato di “Lil Boat 2” e del mixtape pubblicato in occasione del suo compleanno, ma ha voluto chiudere l’anno in bellezza proponendo un terzo progetto.

L’album in questione raccoglie una serie di featuring volti alla sperimentazione di nuovi sound: la maggior parte delle collaborazioni presenti sono infatti del tutto nuove o quasi. Lil Yachty ha scelto di confrontarsi per la prima volta con Juice WRLD e Kevin Gates, mentre Playboi Carti, Young Nudy e Lil Baby contano la seconda collaborazione ufficiale con il rapper.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

3 More Days… 😊

Un post condiviso da Resurrection (@lilyachty) in data:

Sulle basi non potevano mancare i nomi di EarlThePearll e 30 Roc, entrambi occupatisi in gran parte della realizzazione di “Lil Boat 2“. Troviamo tra gli altri anche una produzione di Tay Keith per il brano “Who Want The Smoke?” feat. Cardi B & Offset.

Nel complesso il progetto è suddiviso volutamente da un cambio di stile, che passa dalla classica trap americana ad un sound più melodico utilizzato dallo stesso nel suo primo album “Teenage Emotions“, con lo scopo di mostrare entrambi i suoi lati e mettere d’accordo la sua fanbase.

Ascoltate l’album qua sotto e fateci sapere cosa ne pensate.

Continuate a seguire @outpumpmusic per restare aggiornati su tutto il panorama musicale.

prossimo articolo

Shanghai riceve la propria Nike Air Max 98