Fashion

Louis Vuitton celebra Virgil Abloh con delle installazioni a Milano e New York

Articolo di

Ruben Di Bert

Proseguono le celebrazioni in onore di Virgil Abloh. Dopo avergli reso omaggio con la sfilata “VIRGIL WAS HERE” tenutasi a Miami lo scorso novembre, Louis Vuitton ha voluto ora ricordare il suo direttore creativo con delle installazioni situate in diversi punti del mondo.

Tra queste, prima che venga svelato il gigantesco murales nel flagship store della maison sulla 5th Avenue, vi è la creazione di uno speciale pop-up store al 104 di Prince Street a New York City dove viene messa in luce la collezione della primavera/estate 2022, caratterizzata da capi d’abbigliamento, calzature e accessori che parlano di libertà d’espressione e scardinano le convenzioni del menswear analizzando il concetto di viaggio come esperienza. Gli interni si contraddistinguono per un pavimento a scacchiera in bianco e nero, delle betulle che richiamano l’ambientazione del fashion film “Amen Break”, decori con il motivo Damier e manichini multicolor. All’interno sono presenti anche alcune delle creazioni più iconiche dello stilista, come le borse Soft Trunk, gli occhiali da sole Millionaire, le sneakers LV Trainer e le tavole da skate.

Ma quello di Soho non è l’unico allestimento, poiché in questi giorni anche la boutique di via Montenapoleone a Milano è stata addobbata con vetrine ispirate al gioco degli scacchi e una scultura di un areoplanino posta nel cortile, elemento ricorrente all’interno della simbologia del designer.