Sport

Le maglie PUMA per EURO 2021 sono un viaggio nella cultura

Articolo di

Claudio Pavesi

A distanza di un giorno dalle presentazioni di Nike, PUMA ha deciso di lanciare le divise delle proprie nazionali in vista della Nations League e EURO 2021.

Ormai da qualche tempo PUMA ha preso una direzione importante nel kit design, focalizzandosi sulla storia e sui riferimenti architettonici e artistici delle squadre che devono vestire, un concetto che abbiamo visto fin dal principio con la creazione della maglia verde della Nazionale Italiana.

Anche la Maglia Azzurra fa parte di “Crafted from Culture”.

Il progetto “Crafted from Culture” continua non solo per le altre divise ma in generale per tutte le squadre: Austria, Repubblica Ceca, Islanda, Serbia e Svizzera.

Ottima dimostrazione di questo concetto è il kit casalingo dell’Austria. Il classico rosso spezzato da maniche bianche presenta una grafica all-over che ricorda i tradizionali abiti alpini “Österreich” ma soprattutto la Secessione Viennese, sia come movimento artistico che per il suo palazzo di riferimento a Vienna, realizzato da Joseph Maria Olbrich nel 1897. Proprio le foglie d’oro alla sua cima ricordano il motivo scelto per il pattern della maglia.

La maglia della Repubblica Ceca è la più delicata. Il pattern è a malapena visibile e ricorda delle foglie di tiglio, il simbolo slavo della libertà. Nonostante l’estrema semplicità e il rigore di questa maglia, PUMA è riuscita a dare movimento e storia a un kit storicamente ripetitivo.

Le maglie islandesi sono sicuramente tra le più particolari. Quella nordica è l’ultima nazionale ad aver firmato col colosso tedesco e per questo doveva cominciare la collaborazione con qualcosa di incisivo. Le placche ghiacciate, le formazioni basaltiche e i giochi di luce dei panorami islandesi compongono la meravigliosa maglia casalinga, mentre l’attività vulcanica dell’isola caratterizza la maglia away. Il rebrand è completo con il nuovo logo che unisce gli spiriti guardiani dell’Islanda: il toro, il gigante, l’avvoltoio e il drago.

Le tradizionali trame della sartoria serba si notano visibilmente nella maglia home come in quella away della nazionale guidata a centrocampo da Sergej Milinković-Savić. Questo particolare pattern è alternato da piccoli elementi in giallo per dare una scossa estetica al kit e celebrare il luminare dell’energia elettrica ed eroe nazionale Nikola Tesla.

Chiarezza, leggibilità e obiettività sono punti cardine dello Swiss Style, lo stile tipografico che negli anni ’50 ha rivoluzionato l’ambito estetico della scrittura. Sulla stessa linea, la maglia casalinga della Svizzera è minimale e astratta.