Mark Parker si è dimesso da CEO di Nike dopo 13 anni

Articolo di

Edoardo Cavrini

Aria di cambiamenti in casa Nike. Mark Parker ha recentemente comunicato le sue dimissioni da Presidente e CEO Nike, per andare a ricoprire la posizione di Executive Chairman all’interno dell’azienda stessa.

Rimarrò attivo, con la possibilità di concentrarmi sulle opportunità più grandi, sui prodotti, sulle innovazioni, sul design e sul marketing. Ci tengo a specificare che non andrò da nessun’altra parte. Non sono stanco. E non ci sono problemi di cui non vi sto parlando. Credo realmente che il miglior modo per far evolvere l’azienda sia quello di aggiungere talenti fenomenali al team.

Mark Parker

Con queste parole M. Parker introduce John Donahoe, attuale Presidente di ServiceNow, società americana di cloud computing, che a partire dal 13 gennaio diventerà il nuovo CEO di Nike.

Donahoe, che faceva già parte del board amministrativo di Nike dal 2014, non nasconde il suo entusiasmo nell’intraprendere questa nuova avventura.

È un onore divenire Presidente e CEO di questa incredibile e innovativa azienda, composta da più di 76.000 talentuosi impiegati. Durante gli ultimi 5 anni ho lavorato a stretto contatto con Nike, non vedo l’ora di diventare un membro a tutti gli effetti, collaborando con Mark al successo della compagnia.

John Donahoe

Una piccola rivoluzione in casa Nike, non rimane che aspettare l’anno prossimo per sperare di scorgere gli effettivi benefici che questa scelta porterà.

prossimo articolo

Il produttore Mally Mall si è dichiarato colpevole per un giro di prostituzione