“Persona”, “Bando” e “Sinatra”: Mecna è il grafico che stai cercando

Articolo di

Matilde Manara

Chi c’è dietro le cover di “Persona”, “20” e “Bando”? Mecna è anche Corrado Grilli, uno dei migliori grafici del panorama italiano.

Quando si parla dell’uscita di un singolo o di un disco, l’immagine con cui si sceglie di presentarli diventa uno dei tratti più rilevanti e a volte caratteristici di un progetto. Nel percorso del rap non mancano casi di copertine che sono passate alla storia tanto quanto la musica per cui erano nate, rendendo palese a chiunque l’importanza del ruolo del grafico nell’ambito musicale.

Corrado Grilli, aka Mecna, è da anni un punto di riferito del settore. Una volta sceso dal palco, infatti, il rapper di Foggia non è solo un fortissimo artista, ma anche un eccellente grafico. A lui vanno i meriti delle cover di progetti che portiamo tutti nel cuore come “Rima Dopo Rima” di Fabri Fibra o “Potere” di Luchè, ma non solo. Il tocco magico di Corrado è anche dietro progetti come “Calipso” e “Scacciacani“, “68” di Ernia e “20” di Capo Plaza.

Dopo aver curato gran parte delle copertine dei migliori artisti italiani, rapper e non, per Mecna sono arrivate anche le prime soddisfazioni oltreoceano, riuscendo a lavorare per nomi importantissimi come Famous DexSiR, Flo Rida e tanti altri.

Gli esperimenti e i progetti realizzati sono tantissimi, nell’archivio di Corrado troviamo anche una unused album cover di “Issa” di 21 Savage, così come un progetto per “Boss Up” di Playboi Carti e per il singolo “No Limit” di G-Eazy con A$AP Rocky e Cardi B, tutti posti tanto lontani per un ragazzo partito da Foggia con sogni giganti.

Gli artisti internazionali non sono l’unico grande traguardo di cui ha tagliato il nastro, dopo la collaborazione con realtà del calibro di Nike e Campari, Mecna, come grafico, ha sbarcato anche sul grande schermo, impossibile non citare i lavori per progetti come “Machete“, lungometraggio con Jessica Alba e Robert De Niro, o “Zeta“, il film che ha consacrato al mondo del cinema diverti artisti tra cui Salmo e Izi.

Un altro aspetto interessante di questa storia è la possibilità, concessa dal talento, di essere grafici di se stessi. Spesso, infatti, ciò che rende difficile la realizzazione di un progetto grafico non sono le abilità tecniche, ma la capacità di porsi sulla stessa lunghezza d’onda dell’artista, per dare un volto alla musica che le sia il più fedele possibile. “Disco Inverno”, “Laska”, “Blue Karaoke”, Corrado è da sempre il grafico di Mecna, e Mecna la voce di Corrado, due lati della stessa medaglia sovrapposti ma mai confusi.